02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“Ristoranti d’Italia 2018” del Gambero Rosso: al top il Reale di Castel di Sangro di Niko Romito, davanti a Bottura ed Heinz Beck. Tra insegne storiche e conferme, sono 38 le “Tre Forchette”. Stefan Wieser è il “Ristoratore dell’Anno”

Non Solo Vino
Niko Romito, chef del Reale di Castel di Sangro, al top della guida “Ristoranti d’Italia 2018” del Gambero Rosso

È il Reale di Castel di Sangro, dello chef Niko Romito, il top della ristorazione italiana secondo la guida “Ristoranti d’Italia 2018” del Gambero Rosso, che con 96/100 è stato capace di mettersi alle spalle il secondo miglior chef del mondo della “50 Best Restaurant”, Massimo Bottura, che con la sua Osteria Francescana di Modena si ferma a 95/100, a pari merito con La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri di chef Heinz Beck. Un riconoscimento, quello allo chef abruzzese, figlio di un percorso durato anni, che l’ha portato ad essere, secondo gli ispettori del Gambero Rosso, “il meglio della ristorazione italiana: Niko Romito sta ridisegnando il profilo di questa professione, traducendo l’esperienza dell’alta cucina in mille applicazioni, tutte di grande intelligenza”.
In tutto, sono ben 38 le “Tre Forchette”, i ristoranti capaci di conquistare un punteggio superiore ai 90/100, il gotha della ristorazione del Belpaese. A quota 94/100 troviamo così il Piazza Duomo di Alba con Enrico Crippa, il Villa Crespi di Orta San Giulio con Antonino Cannavacciuolo, Le Calandre di Rubano con Massimiliano Alajmo, il Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi con Alfonso Iaccarino e la Torre del Saracino di Vico Equense con Gennaro Esposito, mentre si fermano a 93/100 due insegne storiche dell’alta cucina italiana, come l’Uliassi di Senigallia di chef Mauro Uliassi e l’Enoteca Pinchiorri di Firenze, con la cucina di Annie Feolde.
Tra novità e conferme, spazio quindi ai premi speciali, a partire da quello al Cuoco Emergente Gambero Rosso e Acqua Panna/San Pellegrino, Andrea Leali del CasaLeali di Puegnago sul Garda; la Novità dell’Anno è il Signore te ne ringrazi di Montecosaro; il Ristoratore dell’Anno è Stefan Wieser - La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares di San Cassiano; la Miglior Comunicazione Digitale è quella de Le Calandre di Rubano; il Servizio di Sala migliore è quello del Lido 84 di Gardone Riviera; il Servizio di Sala in Albergo se l’aggiudica L’Olòivo del Capri Palace di Capri; il Premio Gambero Rosso e Franciacorta Animante Barone Pizzini Terra e ambiente è andato al Nord al Carlo Magno di Collebeato, al Centro all’Andreina di Loreto ed al Sud al Don Alfonso 1890 di Sant’Agata dei Due Golfi.
Quello che emerge, nel complesso, è un panorama particolarmente vivace ed articolato, in cui trovano spazio ai piani alti chef affermati e giovani emergenti, alfieri di una cucina che mette da parte almeno per un attimo la ricerca teorica e tecnica per farsi pratica, riscoprendo la tradizione ed i sapori che, come racconta la stessa guida del Gambero Rosso, tornano al centro della ricerca tra i fornelli, ma anche della tavola quotidiana, con una vera e propria rinascita delle trattorie, anche in termini estetici, all’insegna del calore dei locali di un tempo, che stanno piano piano risalendo la china, recuperando le ricette classiche, spesso di famiglie, con materie prime selezionate, di stagione, a chilometro zero, per un’offerta sempre più di livello, come dimostrano i 25 “Tre Gamberi” dell’edizione 2018 della guida, il massimo riconoscimento per le trattorie. Sono 10, invece, i “Tre Bottiglie”, ossia i ristoranti che prestano particolare cura, per non dire vera e propria dedizione, alla cantina, 3 i “Tre Boccali”, le mete di riferimento per gli amanti della birra, così come i “Tre Mappamondi”, pensati per premiare il top della cucina esotica.
Info: www.gamberorosso.it


Focus - I premi della guida “Ristoranti d’Italia 2018” del Gambero Rosso
Tre Forchette
96
Reale - Castel di Sangro

95
Osteria Francescana - Modena
La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri - Roma

94
Piazza Duomo - Alba
Villa Crespi - Orta San Giulio
Le Calandre - Rubano
Don Alfonso 1890 - Sant’Agata sui Due Golfi
Torre del Saracino - Vico Equense

93
Uliassi - Senigallia
Enoteca Pinchiorri - Firenze

92
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina - San Cassiano/Sankt Kassian
Laite - Sappada
Seta del Mandarin Oriental Milano - Milano
La Trota - Rivodutri
La Siriola La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares - San Cassiano/Sankt Kassian
Lorenzo - Forte dei Marmi
Dal Pescatore - Canneto sull’Oglio
Da Vittorio - Brusaporto

91
La Madia - Licata
Berton - Milano
Taverna Estia - Brusciano
Duomo - Ragusa
La Madonnina del Pescatore - Senigallia
Ilario Vinciguerra Restaurant - Gallarate
Casa Vissani - Baschi

90
Le Colline Ciociare - Acuto
Il Pagliaccio - Roma
Atman a Villa Rospigliosi - Lamporecchio
Enrico Bartolini Mudec Restaurant - Milano
D’O - Cornaredo

Pascucci al Porticciolo - Fiumicino
S’Apposentu di Casa Puddu - Siddi
Agli Amici dal 1887- Udine
Imàgo dell’Hotel Hassler - Roma
Miramonti l’Altro - Concesio
Da Caino - Montemerano
Quattro Passi - Massa Lubrense
Romano - Viareggio

Tre Gamberi
Angiolina - Pisciotta
Antica Osteria del Mirasole con Locanda - San Giovanni in Persiceto
Antichi Sapori - Andria
All’Osteria Bottega - Bologna
La Brinca - Ne
Ai Cacciatori - Cavasso Nuovo
Il Capanno - Spoleto
Consorzio - Torino
Al Convento - Cetara
Caffè La Crepa - Isola Dovarese
Futura Osteria - Monteriggioni
La Locanda delle Grazie - Curtatone
Locanda Mariella - Calestano
La Locandiera - Bernalda
La Madia - Brione
Masseria Barbera - Minervino Murge
Nerodiseppia - Trieste
Osteria Ophis - Offida
Osteria del Treno - Milano
Pretzhof - Val di Vizze/Pfitsch
Sora Maria e Arcangelo - Olevano Romano
Tischi Toschi - Taormina
Trippa - Milano
Vecchia Marina - Roseto degli Abruzzi
Osteria della Villetta dal 1900 - Palazzolo sull’Oglio

Tre Bottiglie
La Baita - Faenza
Le Case della Saracca - Monforte d’Alba
Damini Macelleria & Affini - Arzignano
Del Gatto - Anzio
Al Donizetti - Bergamo
Enoteca Fiorentina - Firenze
Enoteca Marcucci - Pietrasanta
Oste della Mal’ora - Terni
Roscioli - Roma
Trimani Il Wine Bar - Roma

Tre Boccali
Casa Baladin - Piozzo
Open Baladin - Roma
L’Osteria di Birra del Borgo - Roma

Tre Mappamondi
Casaramen - Milano
Iyo - Milano
Wicky’s Wicuisine Seafood - Milano

Tre Cocotte

Donatella Bistrot - Oviglio
Lanzani Bottega & Bistrot - Brescia
Caffè Propaganda - Roma

Premi Speciali
Cuoco Emergente Gambero Rosso e Acqua Panna/San Pellegrino
Andrea Leali | CasaLeali - Puegnago sul Garda

La novità dell’anno
Signore te ne ringrazi - Montecosaro

Il ristoratore dell’anno
Stefan Wieser - La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares - San Cassiano/Sankt Kassian

Miglior comunicazione digitale
Le Calandre - Rubano

Servizio di sala
Lido 84 - Gardone Riviera

Servizio di sala in albergo
L’Olòivo del Capri Palace - Capri

Premio Gambero Rosso e Franciacorta Animante Barone Pizzini - Terra e ambiente
“Quando la sostenibilità è forma e sostanza. Valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una cucina nel pieno rispetto della terra, dell’ambiente e dell’uomo”.
Nord
Carlo Magno - Collebeato
Centro
Andreina - Loreto
Sud
Don Alfonso 1890 - Sant’Agata sui Due Golfi

Premio Gambero Rosso e Pastificio dei Campi - Ristorante con la miglior proposta di piatti di pasta
La Magnolia dell’Hotel Byron - Forte dei Marmi

Premio Gambero Rosso e Molini Spigadoro - Miglior pane in tavola
Capofaro Malvasia Resort - Salina

Premio Gambero Rosso e Nuova Castelli - Ristorante che valorizza i grandi prodotti caseari Dop italiani
Zur Rose - Appiano/Eppan

Premio Gambero Rosso e La Bella Estate Vite Colte - Il pastry chef dell’anno
Luca Lacalamita - Enoteca Pinchiorri - Firenze

Premio Gambero Rosso e IBeer - Ristorante con la miglior proposta di abbinamento cibo/birra
Votavota - Marina di Ragusa

Premio Gambero Rosso e Ferzo Wines - Miglior rapporto qualità/prezzo
La Clusaz - Gignod
Da Fausto - Cavatore
Stefano Paganini alla Corte degli Alfieri - Magliano Alfieri
La Torre - Spilimbergo
Vite - Coriano
Quel Fantastico Giovedì - Ferrara
In Vernice - Livorno
Salefino - Siena

Almare - Fano
Nana Piccolo Bistrò - Senigallia
Satricvm - Latina
Zunica 1880 - Civitella del Tronto
Borgo Spoltino - Mosciano Sant’Angelo

Il Papavero - Eboli
Megaron - Paternopoli
Il Foro dei Baroni - Puglianello
Osteria Arbustico - Valva
La Strega - Palagianello
Biafora - San Giovanni in Fiore
Pomodoro - Scicli
Su Carduleu - Abbasanta
Lucitta - Tortolì

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli