02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FIERE 2.0

Senza Vinitaly e ProWein, la fiera si fa sul web: il Chianti Classico crede in Hopwine

Di scena online dal 18 al 25 maggio, ma la degustazione è reale, con i campioni di #vino da 2 cl inviati a trader e operatori di settore

Una vetrina virtuale per Consorzi, associazioni, aziende ed etichette: ecco Hopwine, la prima fiera online dedicata al settore vitivinicolo di scena dal 18 al 25 maggio, naturalmente, sul web (hopwine.com), cui parteciperà - unico rappresentante del made in Italy in expo - anche il Consorzio Vino Chianti Classico, per colmare, in qualche modo, il vuoto degli incontri con il trade e gli operatori di settore dovuto all’annullamento dei principali eventi internazionali e fiere di settore del 2020, da ProWein (Dusseldorf) al Vinitaly (Verona).
Nel salone Hopwine i professionisti di settore della filiera vitivinicola internazionale avranno la possibilità di visitare, virtualmente, i produttori e i Consorzi, venire in contatto con loro e richiedere eventuali campioni da degustare, perché l’unico contatto che rimarrà “fisico” in questa nuova modalità di promozione dei vini, è quello con il prodotto: il momento irrinunciabile della degustazione. Come? Spedendo, a fronte di un interesse specifico per un determinato prodotto, una campionatura di tutti i vini esposti negli stand virtuali, in tutto il mondo.
Per fare questo, Hopwine ha sottoscritto un accordo con l’azienda Vinovae che è in grado di re-imbottigliare, con una tecnologia brevettata e riconosciuta a livello internazionale, le bottiglie da 750 ml in degustazione nella fiera virtuale (inviate dagli espositori) in formati più piccoli e più facilmente recapitabili direttamente a casa dell’operatore, ossia in “Vinotte” (così si chiamano le bottigliette brevettate) da 2 cl, il quantitativo necessario per una singola degustazione, in grado di garantire il mantenimento delle caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche del vino.

Focus - Chianti Classico: ecco le aziende ...
Il Chianti Classico entra nella prima fiera del vino virtuale, partecipando con ben 22 cantine, con i loro gioielli a marchio Gallo Nero: Canonica a Cerreto, Castello di Fonterutoli - Marchesi Mazzei, Castello di Meleto, Castello di Monsanto, Castello di Radda, Castello di Volpaia, Castello Vicchiomaggio, Famiglia Nunzi Conti, Fattoria della Aiola, Fattoria di Corsignano, La Sala (Il Torriano), Le Cinciole, Nardi Viticoltori, Pieve di Campoli, Querceto di Castellina, Querciabella, Riecine, Rocca delle Macìe, Rocca di Castagnoli, Tenuta Orsumella, Tenute Poggio Bonelli e Villa a Sesta (Agricola Tattoni).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli