02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EVENTI

Sotto all’ombrellone, tra i vigneti o nei parchi, l’alleato degli eventi dell’estate è il pic nic

Tanti gli appuntamenti dedicati al rito di mangiare all’aria aperta, immersi nella natura. E, per i più “chic”, anche tante cene tra i filari

Sotto all’ombrellone, tra i vigneti e immersi nella natura, in versione classica, gourmet e per bambini: tra distanziamento e voglia di isolarsi, il protagonista dell’estate wine & food nell’era post-Covid è il pic-nic, che incarna di fatto tutte le caratteristiche ricercate dagli italiani, con tanta voglia di tornare a viaggiare e stare all’aria aperta, ma con ancora qualche timore dalla pandemia. E, quindi, sono sempre di più anche le griffe del vino che, forti delle loro cantine immerse nel verde, uniscono buon vino al nuovo rito del pic-nic, e sempre più le iniziative estive che puntano su questo nuovo modo di mangiare fuori casa. Ma non solo: se non proprio in versione con coperta a quadretti, cestino e panini in famiglia, a vincere è anche la cena in vigna, più raffinata e “tradizionale”, ma che, comunque, punta tutto su natura e distanziamento.
In Friuli Venezia Giulia, ad esempio, è PromoTurismoFgv che, insieme alle aziende vitivinicole del territorio, come Feudi di Romans, che propone appuntamenti tutti i mercoledì e i sabati, da adesso ad ottobre, hanno creato una serie di diverse esperienze che, dopo il lockdown, diventano ancor più attraenti e stimolanti, grazie alla possibilità di riscoprire il mondo del vino direttamente dove nasce il processo produttivo: in vigna. PromoTurismoFvg, per l’estate 2020, propone il format “Pic & Taste”, che prevede la visita e un cestino pic-nic con prodotti tipici da gustare negli spazi di diversi produttori enogastronomici, e lo estende anche in montagna, in particolare in Carnia, per assaggiare le prelibatezze della zona, dai formaggi al prosciutto e alla mela. E, visto che estate è sinonimo di mare, c’è anche la versione del programma marittimo: “Sea & Taste”, con iniziative che uniscono la scoperta della costa del Friuli Venezia Giulia e dei sapori regionali.
Anche il Braida Wine Resort, tra le colline del Monferrato, propone un’estate all’insegna del pic-nic, tra le vigne di Barbera, sulla morbida collina dell’Asinara, a Rocchetta Tanaro: appuntamento il 19 luglio e il 30 agosto, adatto a grandi e piccini, con cestini di ogni tipo, dal classico alla versione veg, da quello per bambini a quello gourmet. Il tutto, ovviamente, accompagnato dai vini della griffe.
Le cantine dei Colli Bolognesi, invece, hanno riaperto le porte ai visitatori per offrire, nell’estate 2020, un ricco carnet di appuntamenti per chiunque voglia godere della pace riposante delle colline, all’ombra delle vigne o cenando sotto le stelle in uno dei tanti agriturismi presenti sul territorio:partendo da Bologna, con il Fienile Fluo che il 14 e 26 agosto, e il 10 settembre porta in scena le “Cene in Vigna”. Cene all’aperto e in vigna anche all’Agriturismo Borgo delle Vigne - Azienda Agricola Gaggioli di Zola Predosa il giovedì, venerdì e sabato sera e domenica a pranzo, mentre Manaresi agricoltura e vini, oltre a proporre su prenotazione wine tour e visite guidate con degustazioni, organizza per il 10 agosto “Calici di Stelle”, la manifestazione del Movimento Turismo del Vino, proponendo una cena sulla terrazza e nel parco con degustazione dei vini dell’azienda ad accompagnare le portate. L’Azienda Agricola Fedrizzi Alessandro a Castello di Serravalle (via Castello 2257) in collaborazione con Café de la Paix di Bologna organizza tre sabati - 18 luglio, 25 luglio, 1 agosto - al fresco delle vigne con una cena accompagnata dalle storie di vino ed agricoltura di Alessandro Fedrizzi, miglior giovane vignaiolo d’Italia, secondo la Guida Slow Food 2019.
Tornando al trend del pic-nic, si può considerare davvero il protagonista dell’estate anche perché ci sono le grandi firme gastronomiche ad averlo compreso nelle loro proposte: è il caso di Peck, vera e propria istituzione gastronomica meneghina, che propone un nuovo Picnic di Citylife, per riconciliare il rapporto tra cibo e natura, portando il brunch e l’aperitivo in uno dei parchi più suggestivi di Milano, con una proposta gastronomica di alta qualità, per far vivere la qualità e il gusto dei prodotti Peck nella natura al centro della città, nel parco di CityLife, il terzo più grande di Milano. Per la sua versione del Picnic, Peck propone sei differenti formule pensate per due persone, ma anche la possibilità di personalizzare il menù scegliendo le pietanze direttamente al banco gastronomia. Il servizio è disponibile nella versione brunch durante il weekend e in quella aperitivo dal martedì alla domenica. Il cesto in vimini include, oltre alle pietanze, coperta, posate e bicchieri: tutto l’occorrente per vivere un’esperienza di qualità immersi nella natura.
A Capalbio, invece, il pic-nic è sotto l’ombrellone: per evitare ogni forma di assembramento, l’Enoteca la Torre Group, realtà leader nel mondo del catering, ha trovato una soluzione golosa e divertente:gli ospiti del Beach Club La Dogana, stabilimento storico incastonato nella celebre spiaggia di Capalbio, potranno comodamente ordinare il proprio cestino da consumare presso il proprio ombrellone, artigianale e personalizzato, da riempire con fresche insalate, panini di mare, verdure e piatti tipici di pesce.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

TAG: Eventi, PIC NIC

Altri articoli

TAG: Eventi, PIC NIC