02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
WINE LEARNING

Studiare per diventare sommelier online, da casa, senza vincoli di luogo e orario: ecco Decantico

Il giovane sommelier Marco Gallo lancia il corso di e-learning: lezioni, degustazioni e un kit di 10 mini bottiglie per l’assaggio live

Tra le riflessioni che il lockdown ha portato con sé c’è quella sull’utilizzo della tecnologia: per mesi, il digitale ha di fatto guidato le vite di milioni di persone, sostituendo la presenza fisica. La voglia di normalità, poi, è tornata a farsi sentire, ma non per questo social ed eventi digitali hanno perso la loro potenza. Così, continuano gli incontri davanti allo schermo del computer, tra eventi e corsi online, come Decantico , nuovo portale in cui seguire lezioni per diventare sommelier, lanciato dall’assaggiatore Marco Gallo, diploma come sommelier professionista nel 2017 e una laurea in Economia e Direzione delle Imprese all’Università di Torino, e dal 2019 membro della commissione di assaggiatori dell’International Taste and Quality Institute di Bruxelles. Decantico permette di frequentare il primo corso da sommelier online, cercando di non perdere l’emozionalità del percorso, ma sfruttando le potenzialità della rete, di diversi appuntamenti: il numero 1 è già online, in cui si parla sì di vino, ma anche di vigne, di enologia, di vinificazione, con una panoramica sulla professione; il secondo arriverà a settembre ed è dedicato ai vini d’Italia, della Francia e del resto del mondo; il numero 3 è tutto su abbinamenti cibo/vino. Dopo l’iscrizione al corso, arriva direttamente a casa una scatola di dieci mini bottiglie per la degustazione, che si può seguire live ma anche riguardare successivamente, stoppare, riascoltare quando si ha tempo per dedicarsi all’assaggio, senza vincoli di orari e luoghi. E, al termine dell’esperienza digitale, si riceve un certificato di sommelier garantito dai wine-master di Decantico.
“Nella mia vita ho incontrato tante persone che lavorano in bar o ristoranti - racconta Marco Gallo - e per lavoro non riescono a frequentare i corsi da sommelier e vedo sempre più ragazzi interessanti. Il mondo del vino ha bisogno di guardare avanti e con questa piattaforma digitale si frequenta il corso quando e dove si preferisce, lo si stoppa mentre si assaggia, lo si rivede”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli