02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TECNOLOGIA & ECONOMIA

Taste Italy!, la app di Business Strategies per aiutare le imprese (e cantine) italiane in Cina

Secondo l’Fmi, la Cina sarà l’unica grande potenza economica a chiudere il 2020 in terreno positivo. La tecnologia per rilanciare le spedizioni

Secondo le previsioni del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), la Cina sarà l’unica grande potenza economica a registrare valori di crescita positivi nel 2020, con una prospettiva al 2021 di una ripresa dell’economia del +8%. Il peso specifico del Dragone, quindi, è destinato a crescere, con uno spazio sempre maggiore dedicato ai consumi interni. Analisi confermata anche dal CeSIF - Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina, secondo cui investire sulla Cina, anche per le aziende del vino del Belpaese, in questa fase di rilancio dopo lo scoppio della pandemia, è una scelta strategica per il posizionamento delle aziende nei prossimi anni, in quanto attraverso la strategia della “doppia circolazione” Pechino sta promuovendo la dimensione locale della “circolazione interna” per favorire i consumi domestici.
In sostanza, come spiega Silvana Ballotta, ad BS - Business Strategies, società di consulenza per l’internazionalizzazione delle imprese che da 10 anni ha nella Cina il principale mercato di riferimento, “i cinesi non viaggiano più e cercano all’interno dei confini domestici le esperienze che in questo periodo non è più possibile fare all’estero. Per questo abbiamo creato uno strumento capace di offrire al trade cinese - e alle imprese italiane - una piattaforma interattiva su WeChat”. Si chiama “Taste Italy! Miniprogram experience”, e fornisce soluzioni digitali avanzate, che utilizzano la tecnologia per aiutare le imprese ad acquisire, comprendere e fidelizzare i clienti cinesi. Appoggiandosi all’ecosistema di WeChat - dove la maggior parte dei clienti è già presente - BS Business Strategies ha reso il format di Taste Italy! digitale, andando a curare nel minimo dettaglio la customer journey.
Il vantaggio, sta nel convogliare i clienti in un unico ambiente, costruendo un sistema di vendita online. Ma, la piattaforma, farà anche molto altro: fornirà servizi di prenotazione dei corsi, di condivisione delle esperienze e meccanismi comunicazione diretta. Dalla partecipazione online a quella offline, dalla lettura delle recensioni alla condivisione della propria esperienza, tutto in un’unica piattaforma. In queste settimane sono aperte le iscrizioni per i bandi Ocm vino che sostengono l’export delle aziende verso Paesi Terzi. Questo innovativo strumento di engagement sarà prezioso per aiutare la promozione del vino italiano in Cina.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli