02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E CLASSIFICHE

“Top 100 Wines of 2020” by Wine Spectator: il Barolo 2016 di Massolino al n. 7

Ecco il primo vino italiano in “Top 10”, espressione classica della grande annata 2016, firmata da una delle cantine storiche delle Langhe
2016, BAROLO, CRITICA, MASSOLINO, TOP 100 WINE SPECTATOR, vino, Mondo
“Top 100 Wines of 2020” by Wine Spectator: il Barolo 2016 di Massolino al n. 7

L’Italia del vino piazza il primo alfiere al vertice della “Top 100 Wines of 2020” by Wine Spectator: è il Barolo 2016 della storica griffe Massolino, cantina plurisecolare di Serralunga d’Alba, a piazzarsi al n. 7. “Un Barolo dallo stile classico dalle eccellente annata 2016 che merita la posizione di rilievo nella nostra lista - commenta Wine Spectator per la sua qualità e per il suo valore”. Un Barolo che, come da tradizione le territorio, è prodotto con il Nebbiolo di più vigneti (Briccolina, Le Turne, Collaretto, Broglio e Damiano a Serralunga, e Parussi a Castiglione Falletto, sottolinea la rivista americana. Un riconoscimento che conferma, sul fronte del Barolo, le grandi attese riposte sull’annata 2016, e che fa ben sperare per ulteriori riconoscimenti per il Belpaese, che punta forte, tra le altre, sull’annata 2015 del Brunello di Montalcino e 2016 di Barolo.
Intanto, alla posizione n. 8, svelata oggi insieme alla n. 7, c’è un Malbec argentino, il Chacayes Los Chacayes 2015 di Bodega Piedra Negra, con i due vini che si aggiungono, nel count down che porterà al vino n. 1 del mondo, al Pinot Noir Ribbon Ridge The Beaux Frères Vineyard 2018 di Beaux Frères, dall’Oregon, al n. 9, e al Brut Champagne La Grande Année 2012 di Bollinger, al n. 10.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli