02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
A STRASBURGO

Tra gli scranni del Parlamento Ue, siederà anche una produttrice di vino: Irène Tolleret

Eletta tra le fila di En Marche, la vigneronne della Languedoc è l’unica vignaiola a Strasburgo
IRENE TOLLERET, PARLAMENTO UE, VIGNERONNE, Mondo
La vigneronne e politica Irène Tolleret

Tra i 750 membri del Parlamento Ue, che si insedierà nelle prossime settimane, ci sarà anche uno scranno occupato dall’unica vigneronne eletta a Strasburgo: si chiama Irène Tolleret, enologa e proprietaria, con il marito, di Mas d’Auzières, 12 ettari vitati in Languedoc, ed è la nona eletta della lista “Renaissance”, capeggiata da Nathalie Loiseau e sostenitrice di En Marche, il partito del Presidente della Repubblica Emmanuel Macron (qui scrivemmo della sua candidatura, ndr). Già consigliera del dipartimento dell’Hérault dal 2017 e sindaca di Fontanès, Irène Tolleret è considerata un astro nascente della politica francese, ma a Strasburgo, in rappresentanza più o meno diretta del mondo del vino francese, non sarà sola: accanto a lei anche Eric Andrieu, anche lui dalla Languedoc, già in Parlamento Ue, relatore dell’Ocm e artefice del compromesso sull’etichettatura calorica e nutrizionale del vino (eletto con la lista ecologista Envie d’Europe, collegata al Partito Socialista), e Anne Sander, alsaziana, confermata nelle fila dei Républicains e relatrice per il suo partito all’ultimo congresso della Confédération Nationale des producteurs de vins et eaux de vie de vin à Appellations d’Origine Contrôlées.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli