02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

UN RARO MERLOT FOR A NOBLE CAUSE: DESTINAZIONE GIAPPONE PER 5.500 EURO BATTUTI IN ASTA PER “INSIEME”, L’“ESEMPLARE N. 1” DELLA “BOTTIGLIA DELLA SOLIDARIETÀ” DI VENICA & VENICA, ALLA CHARITY-DINNER IERI SERA A MILANO PER IL PAESE FERITO DAL TERREMOTO

Dieci anni ha dormito in barrique e in bottiglia. E non era mai pronto. Poi l’11 marzo 2011, quello che doveva essere un super Perilla, il raffinatissimo Merlot di una delle griffe più importanti dell’Italia del vino, si è svelato mentre arrivavano le immagini devastanti da uno dei Paesi più importanti per il mondo del vino, gravemente colpito dal terremoto. E il destino di questo raro Merlot non poteva che essere segnato “for a noble cause”, che, ieri sera, in una grande charity-dinner che ha fatto registrare il “sold out”, nella sede del Comando della Prima Regione Aerea di Milano, ha avuto il suo momento più atteso: l’esemplare unico etichetta n. 1 di “Insieme” Merlot Doc Collio 2001 di Venica & Venica, il grande rosso della solidarietà dell’azienda “bianchista” per eccellenza guidata da Ornella, Gianni e Giorgio Venica, in formato doppia magnum (da 3 litri), battuto in asta dal giornalista friulano “Doc” Bruno Pizzul, ha permesso di raccogliere 5.500 euro (la base d’asta era di 1.000 euro), che saranno devoluti ai ragazzi rimasti orfani a causa del terremoto e dello tsunami del Giappone nella speranza di offrire loro viaggi studio in Italia. La bottiglia è stata acquistata, dopo una serie di tanti rilanci in asta, dall’ingegner Carlo Gai, a capo dell’industria leader negli impianti di imbottigliamento.
“Terra promessa” e nuovo mercato per il vino gravemente colpito dal terremoto, se il Giappone aiuta l’enologia italiana, l’enologia italiana è scesa così in campo per aiutare il Giappone, in un grande evento di solidarietà voluto dalla cantina friulana Venica & Venica, che, alla presenza, tra gli ospiti d’onore, del Console Generale del Giappone a Milano Shigemi Jomori - e partner come il gruppo Cariparma Crédit Agricole e la griffe friulana Jermann - ha visto protagonisti grandi chef “insieme” per la n. 1, come Andrea Berton (Trussardi alla Scala), Pietro Leemann (Joia), Yoshikazu Ninomiya (Osaka), Claudio Sadler (Sadler) e il pasticcere Ernst Knam, Luca Gardini, sommelier campione del mondo 2010, e le tante persone che hanno voluto sostenere l’iniziativa, facendo registrare il tutto esaurito (e acquistando una confezione da due bottiglie di “Insieme”): da Luigi De Puppi (presidente Toro e Alleanza Assicurazioni) ad Angelo Girelli Giorgio (amministratore delegato Banca Generali), da Tommaso Ferro (Generale e Comandante 1a Regione Aerea Milano) a tanti manager di industrie e banchieri.
“Insieme sulla Strada del cuore” è il progetto di solidarietà per aiutare il Giappone voluto da Venica & Venica, e presentato a Vinitaly 2011 a Verona, che ruota intorno allo speciale Merlot della cantina, prodotto nella vigna del celebratissimo Perilla, che ha terminato il suo riposo proprio nei giorni del terribile terremoto che ha colpito il Paese, ribattezzato “Insieme” e prodotto in 2.011 bottiglie, messe in vendita ad un prezzo di 50 euro, di cui, ad oggi, ne sono state vendute quasi 1.000 (info: www.venica.it).
Un’operazione di solidarietà che dovrebbe alimentare un fondo complessivo di beneficenza a sostegno del Giappone di 80.000 euro, che sarà devoluto ai ragazzi orfani a causa del terremoto e dello tsunami del Giappone nella speranza di offrire loro viaggi studio in Italia.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli