02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
GRANDE VINO E BENEFICENZA

Vino & charity: al via da Sotheby’s l’asta on line dell’Ornellaia Vendemmia d’Artista by Frescobaldi

Da oggi al 19 ottobre disponibili le bottiglie da collezione degli artisti Djurberg e Berg. Il profitto sarà devoluto alla Fondazione Guggenheim
ARTE, CHRISTIE'S, ORNELLAIA, vino, Italia
“Ornellaia Vendemmia d’Artista” 2019, nel segno del “Vigore”

Un vino da collezione per un grande progetto di charity, che, in 14 edizioni, è riuscito nella non trascurabile impresa di donare alle fondazioni ed istituzioni museali di tutto il mondo la ragguardevole somma di oltre 2 milioni di dollari: prende il via, da oggi al 19 ottobre, l’asta on line dell’Ornellaia Vendemmia d’Artista 2019, “Il Vigore”.
Per acquistare le bottiglie, disponibili in grandi formati esclusivi - Imperial e Salmanazar - basterà registrarsi sul sito www.sothebys.com/ornellaia: si potranno visionare i lotti, lasciare un’offerta e partecipare così all’asta internazionale, compiendo anche un gesto di grande generosità. Dal 2019 il ricavato dell’asta viene devoluto alla Fondazione Solomon R. Guggenheim per il programma “Mind’s Eye”, che aiuta le persone non vedenti o ipovedenti a sperimentare l’arte attraverso l’utilizzo di tutti i sensi. L’interpretazione dell’annata è stata affidata alla creatività degli artisti svedesi Nathalie Djurberg e Hans Berg: al centro del loro lavoro il tema della metamorfosi e ciclicità della natura e della sua forza propulsiva in costante evoluzione.

“Siamo lieti che, per il terzo anno consecutivo, l’asta di beneficenza Vendemmia d'Artista si terrà online, permettendo la partecipazione ai collezionisti di vino e d’arte di tutto il mondo. Queste esclusive bottiglie troveranno casa nelle loro cantine riunendo così vino, arte e amici. Vi invitiamo a partecipare a questa asta e contribuire così ad ampliare l'accesso alle arti per coloro che sono non vedenti o ipovedenti” dichiara Jamie Ritchie, Worldwide Head of Sotheby’s Wine.
Come nell’arte, anche l’apprezzamento dei grandi vini richiede il coinvolgimento totale dei sensi: proprio la condivisione di questa idea ha indotto Ornellaia a “sostenere questa iniziativa benefica - spiega Giovanni Geddes da Filicaja, Ad Tenuta Ornellaia - che ha alla base una sensibilità da sempre parte integrante della nostra filosofia”.
Le donazioni di Ornellaia hanno permesso l'espansione del programma Mind’s Eye, collegando i partecipanti in tutto il mondo attraverso programmi virtuali. Attraverso la digitalizzazione, Mind’s Eye ha raggiunto un vasto pubblico proveniente da molti paesi del mondo anche grazie agli “Audio Verbal Descriptions”, audio descrizioni che ricreano l’esperienza visiva delle opere d’arte rendendo, così, il museo un’istituzione innovativa.

Focus - Da sapere sull’Ornellaia Vendemmia d’Artista
Il progetto Ornellaia Vendemmia d’Artista celebra il carattere esclusivo di ogni nuova annata di Ornellaia. A partire dall’uscita di Ornellaia 2006, un artista contemporaneo firma un’opera d’arte “site specific” e una serie di etichette in edizione limitata, traendo ispirazione da una parola scelta dal direttore di tenuta, Axel Heinz, per descrivere la nuova annata (2018 - Jan Fabre, 2017 - Tomás Saraceno, 2016 - Shirin Neshat, 2015 - William Kentridge, 2014 - Ernesto Neto, 2013 - Yutaka Sone, 2012 - John Armleder, 2011 - Rodney Graham, 2010 - Michelangelo Pistoletto, 2009 - Zhang Huan, 2008 - Rebecca Horn, 2007 - Ghada Amer e Reza Farkhondeh, 2006 - Luigi Ontani).
Il progetto Ornellaia Vendemmia d’Artista prevede che, in ogni cassa di Ornellaia, una delle 6 bottiglie (da 750 ml) abbia un’etichetta creata dall’artista. Include, inoltre, un’edizione limitata di 111 bottiglie grande formato 100 Jeroboams (3 litri), 10 Imperiali (6 litri) e 1 Salmanazar (9 litri) numerate e firmate dall’artista. Ogni anno una selezione di queste bottiglie viene battuta all’asta da Sotheby's e il ricavato devoluto al sostegno del programma Mind’s Eye della Fondazione Guggenheim.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli