02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
OLTRE IL PROFITTO

Vino e sostenibilità, Feudi di San Gregorio prima Società Benefit certificata Equalitas

La griffe irpina compie un altro passo verso un modello di business sostenibile sotto ogni punto di vista, dal sociale all’ambiente
ANTONIO CAPALDO, EQUALITAS, FEUDI DI SAN GREGORIO, SOCIETA BENEFIT, Italia
Antonio Capaldo a Feudi di San Gregorio

Un modello di business sostenibile sotto ogni punto di vista, che garantisca il futuro della società e del territorio, includendo tutti gli stakeholder che compongono la comunità di riferimento dell’azienda e dotandosi di obiettivi di sostenibilità concreti e misurabili: è l’obiettivo di Feudi di San Gregorio, la griffe irpina guidata da Antonio Capaldo con aziende in Friuli Venezia Giulia (Sirch), a Bolgheri (Campo alle Comete), sull’Etna (Federico Graziani), in Basilicata (Basilisco), in Puglia (Ognissole) e nel Cilento (Tempa di Zoè), che, dopo aver inserito a maggio 2021, lo status giuridico di Società Benefit nel proprio statuto - certificato, ogni anno, esattamente come si fa con il bilancio economico di una qualsiasi società, da una non profit - diventa la prima ad ottenere per l’anno 2021 la certificazione Equalitas Corporate, standard volontario certificabile sulla sostenibilità del vino basato su tre pilastri: sociale, ambientale ed economico.
“La trasformazione in Società Benefit è stato per noi un passaggio importante e l’inizio di un percorso che negli anni ci permetterà di preservare la comunità che ci circonda, cercando di lasciare un mondo migliore di quello che abbiamo trovato - commenta Antonio Capaldo, presidente di Feudi San Gregorio - l’ottenimento di Equalitas è un passo fondamentale su questo percorso. È la conferma di un impegno intrapreso ormai da tanti anni per un’azione sostenibile, in termini ambientali, sociali ed economici: un percorso testimoniato dai numerosi progetti sviluppati negli ultimi anni, dall’implementazione di metodi di coltivazione a sempre minore impatto (sviluppati in partnership con centri di ricerca nazionali e internazionali), all’adozione di componenti di packaging sempre più sostenibili, all’utilizzo di energia da fonti rinnovabili fino ai progetti nel sociale, come la partecipazione, in qualità di socio fondatore, alla Fondazione San Gennaro”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli