02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATI DIGITALI

Vino ed e-commerce, non si ferma la crescita dei big: Vino.com acquisisce Vino.it

Andrea Nardi Dei, ceo della piattaforma: “è un altro tassello della nostra espansione internazionale”
ECOMMERCE, vino, VINO.COM, Italia
Vino ed e-commerce, non si ferma la crescita dei big: Vino.com acquisisce Vino.it

Dopo il boom del 2020, con valori più che raddoppiati sul 2019 ed un giro d’affari che in Italia sfiora ormai i 200 milioni di euro, l’e-commerce di vino è una realtà che, a detta di molti, entrata nelle abitudini di tanti, è destinata a crescere ancora. E i big del settore vanno avanti con le loro strategie. Come Vino.com guidata da Andrea Nardi Dei, che ha appena acquisito la startup Vino.it.
“L’enoteca online italiana punta sulla awareness del proprio brand - spiega una nota ufficiale - e su un ulteriore supporto all’internazionalizzazione. Un progetto che la vede operare direttamente dal 2020 in Belgio, Germania e Olanda e che, presto, le permetterà di raggiungere altri mercati europei estremamente rilevanti per le etichette italiane e straniere. Oltre ovviamente alla Cina che la vede presente dal 2017, attraverso Tmall Choice e Tmall Global di Alibaba”.

Vino.it è una startup che, dal 2012, anno della sua fondazione, si è distinta tra i portali di commercio elettronico italiani grazie alla cura nel servizio pre e post vendita e a un ampio assortimento di vini, che ricerca sia le etichette più conosciute sia quelle frutto di una selezione accurata di bottiglie meno note. Asset assolutamente in linea con i servizi e che si integrano con l’offerta di Vino.com. “L’acquisizione del competitor Vino.it - spiega Vino.com - è un’ulteriore tappa nel progetto di espansione della piattaforma di ecommerce che, lo scorso anno, ha registrato una forte crescita nel fatturato, salito a 30 milioni di euro, dai 9,5 milioni messi a segno nel 2019. Un progresso che si rispecchia anche nel numero di bottiglie consegnate in Italia, Europa e Cina, arrivate a quota 3 milioni. I traguardi raggiunti dall’enoteca online sono destinati a trasformare il suo brand in un lovemark, che abbraccia una parola universale come “vino” e raggiunge i consumatori con un servizio puntuale ed estremamente accurato”.
“L’acquisizione di Vino.it è un altro tassello della nostra espansione internazionale; è essenziale allo sviluppo del progetto della piattaforma per presidiare i mercati digitali, il cui obiettivo è rappresentare nel mondo le eccellenze Italiane e internazionali partendo dal cuore della migliore produzione vitivinicola nostrana”, sottolinea Andrea Nardi Dei, co-fondatore e Ceo di Vino.com.
“La piattaforma, l’offerta e i servizi di Vino.com sono in continua evoluzione, miglioriamo i nostri standard qualitativi già elevati per garantire al cliente un’esperienza di acquisto lineare ma, soprattutto, fornire un livello di servizio elevato e raffinato. L’espansione e il fermento che sta vivendo il mondo dell’ecommerce italiano ci spinge a migliorare costantemente le nostre performance a livello organizzativo, ma anche di selezione, catalogo, servizio e offerta. Il raggiungimento di questi obiettivi è frutto della nostra organizzazione, composta da un gruppo di esperti appassionati del proprio lavoro e del mondo dei vini e dei distillati. È grazie alle loro sensibilità, dedizione e collaborazione, che Vino.com può competere con i più grandi ecommerce italiani e internazionali”. E segno che quello online è un mercato sempre più rivolto anche ai winelover più sofisticati, è nata la sezione Fine wines: “una selezione di bottiglie rare e pregiate, che fanno parte della storia dell’enologia”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli