02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL TREND

Wedding tourism, sempre più stranieri sposi in Italia, attirati anche dall’offerta enogastronomica

Nel 2019 celebrati 9.000 matrimoni, oltre 440.000 persone arrivate in Italia per la cerimonia. E ai banchetti non mancano mai i piatti tradizionali
CULTURA ENOGASTRONOMICA, WDDING TOURISM, Italia
L’Italia sempre più meta di wedding tourism

La passione per l’Italia come meta turistica di milioni di persone nel mondo è ormai appurata, come lo è il fatto che sempre più turisti da tutto il mondo scelgono il Belpaese per dedicarsi a vacanze alla scoperta del tesoro enogastronomico, di piatti tipici e vini del territorio. Ecco, l’ultima frontiera è quella che unisce tutto questo, in un’unica sola esperienza, più che speciale: il weeding tourism. I dati di Bmii, la Borsa del Matrimonio in Italia, sottolineano, infatti, come il Belpaese si sia confermato anche nell’ultimo anno tra i principali marketplace del wedding tourism, con oltre 9.000 nozze tra stranieri celebrate solo nel 2019, numero in crescita del 2,1% sullo scorso anno, e oltre 440.000 le persone arrivate in Italia per le cerimonie. E anche le mete preferite confermano l’importanza della cultura enogastronomica nella scelta della location della cerimonia: tra le preferite ci sono infatti la Sardegna, la campagna toscana, ma anche la costa campana, e ovviamente le città d’arte, come Roma, Verona, Venezia. Tutti territori che, oltre ai paesaggi incantevoli, vantano una forte cultura del territorio e del buon cibo: a essere ricercati sono i piatti tradizionali, in un menù rigorosamente italiano, dove non mancano quasi mai mozzarella, pomodori, pasta e parmigiana di melanzane. Oltre, ovviamente, al grande vino del Belpaese.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli