02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ADNKRONOS

Crisi economica: in crisi le quotazioni dei “Fine Wine”= -12,4% Indice Liv-ex 100 (fine wine industry’s leading benchmark) ... Che la crisi si faccia sentire nel settore vino potrebbe sembrare sostanzialmente ovvio, ma il trend negativo sembra colpire anche i cosiddetti “fine wine’” i vini più blasonati del pianeta, dai prezzi stellari e destinati a non conoscere mai cedimenti di valore. Alcuni segnali di cedimento, a ben guardare, si sono già presentati e indicano decisamente un cambiamento di tendenza, come riferisce un articolo di winenews.it. La vendita all’asta all’ Hospice di Beaune (Borgogna), ha reso 2,8 milioni euro contro i 4,2 del 2007, con i prezzi medi dei vini inferiori del 26,42% sul 2007 (vini rossi -31,53%). Louise Fabrice-Latour, presidente della Federazione commercianti agricoltori Borgogna (Fneb), denuncia uno “stallo nell’esportazione e le vendite nei mesi estivi sono calate del 9% in volume (5% in valore). Anche le stime di fine anno sono negative e indicano un calo tra il 10 e il 20%, più vistosi nei mercati inglese (-7%) e nordamericani (-20%) e l’anno 2009 non sarà di certo facile”. Una caduta la si può notare anche dal Liv-ex 100 (fine wine industry’s leading benchmark, che rappresenta le oscillazioni di prezzo dei vini più importanti al mondo, Bordeaux, Borgogna, Champagne, Rodano e Italia): il valore dell’indice a ottobre era 221,62, con una caduta del 12,4% sul mese precedente. Caduta riscontrabile anche confrontando l’ultimo anno con fine a ottobre: -7,6%.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su