02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E ASTE

Case Basse, Biondi Santi e Sassicaia: i top lot del vino italiano all’asta firmata Pandolfini

Supera il milione e 100.00 euro la sessione autunnale dell’“Asta Vini Pregiati e da Collezione”, comanda ancora Romanée-Conti

Supera il milione e 100.00 euro la sessione autunnale dell’“Asta Vini Pregiati e da Collezione” (681 lotti complessivi), della casa d’aste Pandolfini di scena nei giorni scorsi a Firenze: nel consueto ballo dei rilanci, spiccano le aggiudicazioni italiane, a partire dalle 12 bottiglie di Brunello di Montalcino Case Basse Riserva di Gianfranco Soldera 1997, che sono state vendute per 6.370 euro, mentre 2 bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva Biondi Santi 1955 hanno chiuso a 4.165 euro, oltre cinque volte la stima. Altrettanto importante l’aggiudicazione per 2.940 euro di 12 bottiglie di Sassicaia 2005, ma la regina, come sempre, arriva dalla Borgogna: una magnum di Romanée Conti Domaine de la Romanée Conti 1971 battuta a 18.375 euro.
Tra le etichette d’Oltralpe spiccano anche 2 bottiglie di un grande classico di Bordeaux, e nello specifico di Pomerol, Château Le Pin 2010, che sono passate di mano per 6.738 euro, mentre 11 bottiglie di Château Lafite Rothshild 1999 che sono state aggiudicate per 6.125 euro. Medesima cifra che è valsa l’aggiudicazione delle 9 bottiglie del Groupe Duclot Bordeaux Prestige Collection 2004 (Château Latour, Château d’Yquem, Château Cheval Blanc, Petrus, Château Haut Brion, Château La Mission Haut Brion, Château Margaux, Château Lafite Rothschild e Château Mouton Rothschild), mentre l’identica selezione, ma del 2007, ha chiuso a 5.145 euro. Tra gli Champagne, merita una menzione Krug, con 6 bottiglie del 1990 che hanno chiuso la gara a 3.185 euro. Da segnalare, infine, anche gli ottimi risultati dei distillati, con una bottiglia di Macalan Scotch Whisky del 1957 venduta a 3.675 euro ed una bottiglia di cognac Louis XIII De Remy Martin da 1,5 litri che ha raggiunto i 4.165 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli