Slow Wine 2024
Allegrini 2024
IL FATTO

Crisi del vino in Francia, distrutto per protesta un edificio governativo a Carcassone

A rivendicare l’esplosione, riportano i media francesi, è stato il Cav, il Comitato di Azione Viticola
CRISI, FRANCIA, vino, Mondo
Carcassone circondata dalle vigne

Diventa sempre più tesa e violenta la protesta di alcuni viticoltori francesi, in un settore che in alcuni suoi segmenti si è rivelato fragile ed in profonda crisi. E così, dopo le minacce di “esplosione” rivolte ad un negociant nei giorni scorsi, in Linguadoca, l’esplosione c’è stata d’avvero, a Carcassone, dove questa mattina, 19 gennaio 2024, è stato ritrovato distrutto il piano terra della Direzione Regionale per l’Ambiente, la Pianificazione e l’Edilizia Abitativa (Dreal) di Carcassone.
Un atto vandalico che non ha fatto feriti, ma rivendicato dal Cav, il Comitato di Azione Viticola, di cui è stata ritrovata un’iscrizione sul recinto dell’edificio (lo riporta “Vitisphere”, citando a sua volta il quotidiano francese “L’Indipendant”).

L’ennesimo brutto segnale di una protesta che sta degenerando, anche in vista del 2 febbraio, quando il Ministro dell’Agricoltura, Marc Fesneau, sarà in vista nell’Herault, per illustrare lo stato dei lavori sul fondo di emergenza per il settore vitivinicolo.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

TAG: CRISI, FRANCIA, vino

Altri articoli