02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PREMI

Ecco i 22 “Tastevin”, il meglio, Regione per Regione, della Guida Ais Vitae 2021

Da Biondi Santi a Venissa, le etichette capaci di esprimere una forte identità territoriale, ed il meglio della biodiversità premiate dai sommelier
AID, AIS VITAE, ANTONELLO MAIETTA, BIONDI SANTI, SOMMELIER, TASTEVIN, VENISSA, VITAE, Italia
La Tenuta Greppo Biondi Santi circondata dai vigneti in cui nell'Ottocento è nato il Brunello

Il Valle d'Aosta Pinot Gris 2019 Lo Triolet (Valle d'Aosta), il Barbaresco Rabaja Riserva 2015 Produttori del Barbaresco (Piemonte), il Lugana Vigne di Catullo Riserva 2017 Tenuta Roveglia (Lombardia), il Venissa Bianco 2015 Venissa (Veneto), il Müller Thurgau Palai 2019 Pojer e Sandri (Trentino), l'Alto Adige Lagrein Taber Riserva 2018 Cantina Bolzano (Alto Adige), il Friuli Colli Orientali Bianco Pomédes 2018 Scubla (Friuli Venezia Giulia), il Riviera Ligure Di Ponente Pigato Grand-Père 2018 Bio Vio (Liguria), il Lambrusco Di Sorbara Radice 2019 Gianfranco Paltrinieri (Emilia), il Romagna Sangiovese Superiore Pruno Riserva 2016 Drei Donà Tenuta La Palazza (Romagna), il Brunello di Montalcino Tenuta Greppo Riserva 2012 Biondi Santi (Toscana), l'Orvieto Classico Superiore Luigi e Giovanna 2017 Barberani (Umbria), il Lacrima di Morro d'Alba Superiore 2018 Stefano Mancinelli (Marche), il Frascati Superiore Primo Riserva 2019 Merumalia (Lazio), il Montepulciano d'Abruzzo Mazzamurello 2017 Torre dei Beati (Abruzzo), la Tintilia del Molise Rutilia 2017 Cantine Salvatore (Molise), l'Aglianico del Taburno Vigna Cataratte Riserva 2015 Fontanavecchia (Campania), il Castel del Monte Nero di Troia Puer Apuliae Riserva 2015 Rivera (Puglia), l'Aglianico del Vulture Superiore Eleano 2017 di Eleano (Basilicata), lo Zingamaro 2016 La Pizzuta del Principe (Calabria), l'Etna Rosso Monte Gorna Riserva 2014 Cantine Nicosia (Sicilia) e il Cagliari Malvasia 2015 Ferruccio Deiana (Sardegna). Ecco, Regione per Regione, le 22 etichette che meglio sanno rappresentare il proprio territorio di appartenenza, i “Tastevin”, i migliori vini italiani capaci di esprimere una forte identità territoriale, ed il meglio della biodiversità premiati dai Sommelier Ais, l’Associazione Italiana Sommelier, guidata da Antonello Maietta, tra i vini selezionati dai loro palati esperti per Vitae, la Guida Vini 2021.
Già svelate (qui la lista completa), le “Quattro Viti”, il massimo riconoscimento della guida Ais: in tutto, sono 694 i vini al vertice di Vitae 2021, con la Marchesi Antinori, tra le aziende del vino italiano, in testa con otto etichette, seguita dalla famiglia Lunelli, a quota cinque etichette, e da Gruppo Santa Margherita, Allegrini, Gruppo Italiano Vini e Gaja a quota tre. A livello regionale, guida il Piemonte, con 152 vini premiati, davanti alla Toscana, a quota 129 etichette insignite dei “Quattro Grappoli”, mentre in termini di denominazioni, i Barolo sono 78, i Barbaresco 29, i Brunello 23 e i Chianti Classico 17, come i Franciacorta.
“La declinazione dell’evento in forma virtuale ci consente - dice il presidente Ais, Antonello Maietta - di dare maggiore spazio alla voce dei produttori, che potranno raccontare in prima persona le eccellenze della nostra guida. Anche se le attuali contingenze non ci permettono di riunirci di persona con tutti i nostri Sommelier e con tutti gli appassionati, come di consueto, potremo fare insieme un brindisi virtuale collegandoci dai nostri dispositivi”.

Focus - Il ricordo: gli assaggi Winenews con Franco Biondi Santi e la sensibilità di un’etichetta speciale

I Sommelier Italiani, diretti da Antonello Maietta, hanno voluto rendere omaggio, oggi, con la consegna del “Tastevin” della Guida Vitae 2021, ad uno dei più grandi vini di Montalcino di sempre: il Brunello Tenuta Greppo Riserva 2012 Biondi Santi, la famiglia che ha codificato questo simbolo del made in Italy nel mondo, ultimo vino dell’indimenticabile “signore del Brunello” Franco Biondi Santi ...
Un vino di una eleganza immensa, di grande nobiltà e finezza, con una tipicità assoluta e straordinaria (lo dico avendo assaggiato “con il Dottore” Franco Biondi Santi, quasi tutte le Riserve della Tenuta Greppo, dal 1888 alla 2010, passando per il 1891, 1945, 1955, 1964, 1970 - la sua prima vendemmia, senza il padre Tancredi - 1975, 1983, 1998, che a Lei tanto piaceva ...), oltre che una grandissima identità del territorio di Montalcino.
“Grazie Dottore” per il suo ultimo capolavoro.
Montalcino non la dimentica ed anche la nuova proprietà, nel volerla ricordare con questa etichetta speciale, ha dato prova di una bella ed autentica sensibilità.
(Alessandro Regoli, direttore WineNews)

Focus - Le istituzioni rendono omaggio al vino italiano ed ai Sommelier Ais: dal Presidente Conte a quello del Senato Casellati, alla Ministra Bellanova

Il vino è parte della cultura italiana, “patrimonio nazionale” anche a livello economico, sociale, culturale e ambientale, ed a testimoniarlo, a Vitae 2021, la guida dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais), guidati da Antonello Maietta, sono state, con i loro saluti, anche le massime istituzioni del Paese: la Guida Vitae 2021 è “un evento che continua a dare lustro al panorama delle produzioni e delle cantine italiane, oltre a essere un’importante occasione di dialogo e confronto”, ha scritto in un messaggio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha sottolineato come i Sommelier Ais “svolgono un importante ruolo di “comunicatori del vino” e contribuiscono a dare voce alle terre da cui, nascono vini che rappresentano una indiscussa eccellenza italiana, riconosciuta a livello mondiale”. “È un appuntamento prestigioso che premia la passione di tanti artigiani e di tante aziende che, con maestria, esperienza e grande operosità, si impegnano a produrre vini conosciuti e apprezzati in tutto il mondo”, ha aggiunto il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. “Fin dalla sua nascita la guida ha garantito un quadro puntuale e dettagliato sullo stato di salute del vino italiano, offrendo spunti di riflessione e stimolando un dibattito fra tutti gli attori della filiera”, ha aggiunto la Ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova, definendo Vitae 2021 un “quadro puntuale sullo stato di salute del vino italiano”. Per il sottosegretario alle Politiche Agricole Giuseppe L’Abbate, l’Associazione Italiana Sommelier (Ais) rappresenta “un’eccellenza che ha saputo innovare valorizzando le proprie radici”, e la guida Vitae “rende chiaramente l’idea dell’elevato livello qualitativo raggiunto dal comparto italiano”. Il Sottosegretario agli Affari Esteri Manlio di Stefano ha ricordato i 2 nuovi miliardi di euro destinati nel 2021 alle aziende che implementeranno nuovi progetti commerciali e ha ribadito l’idea di una maggiore connotazione commerciale alle ambasciate italiane nel mondo, in virtù della loro capacità di aggregazione tra gli attori della filiera.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli