02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL CONCORSO

In alto i calici: ad Anversa, dal 10 al 15 marzo, c’è il “Mondiale dei Sommelier” Asi n. 16

Per l’Italia scende in campo Daniele Arcangeli, Miglior Sommelier d’Italia Aspi, nel 2015
ARCANGELI, ASI, ASPI, MONDIALE, SOMMELIER, Italia
Daniele Arcangeli è il sommelier italiano in gara per il Miglior Sommelier del Mondo 2019 by Asi

Ogni passione ha il suo mondiale, e la sommellerie non fa eccezione. E così, ad Anversa, dal 10 al 15 marzo, sarà di scena il Concorso per il Miglior Sommelier del Mondo, organizzato da Asi - Association de la Sommellerie Internationale, competizione n. 16 di scena ogni 3 anni, e che vedrà sfidarsi 66 sommelier provenienti da ogni angolo del pianeta: uno per ciascuno dei 63 Paesi delle associazioni nazionali affiliate all’Asi e i tre vincitori dei titoli continentali.
A rappresentare l’Italia, dunque, sarà Daniele Arcangeli, Miglior Sommelier d’Italia Aspi nel 2015. Accanto a lui, parte della giuria internazionale, Giuseppe Vaccarini, Miglior Sommelier del Mondo Asi 1978 e presidente di Aspi - Associazione della Sommellerie Professionale Italiana, unica associazione del Belpaese ad essere membro di Asi.
Candidati e giudici saranno così impegnati in un fitto calendario di prove: si inizia 11 e 12 marzo con le prove tecniche e i test pratici che determineranno l’accesso alla semifinale di mercoledì 13 marzo, quando saranno decretati i nomi dei finalisti che si contenderanno il titolo di Miglior Sommelier del Mondo 2019. La finale si terrà il 15 marzo all’Elisabeth Center di Anversa: un intero pomeriggio di prove che porteranno un solo sommelier a raggiungere il traguardo che conferisce lustro e prestigio internazionali al singolo professionista e all’intero settore.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli