02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione - Siena

E il Brunello ha conquistato tutte le lingue del pianeta ... Italiani, americani, francesi, inglesi, canadesi, svizzeri, albanesi, spagnoli, austriaci, panamensi, brasiliani, tedeschi, argentini, belgi: un viaggio che WineNews, il sito degli enonauti, ripercorre per La Nazione, tra i vigneti di Montalcino, dove si produce un Brunello poliglotta, grazie ad un microcosmo di imprenditori di ogni angolo del pianeta che hanno deciso di investire sogni e denaro in una cantina. Negli anni Settanta, pionieri furono i Mariani, la famiglia italo-americana fondatrice e proprietaria di Castello Banfi, la cantina che, ha aperto il territorio di Montalcino al mondo ed suoi mercati al Brunello. Solo nel 2017 va registrata l’acquisizione di Poggio Antico, da parte della compagna belga Atlas Invest. Nell’aprile 2017 è stato siglato il closing dell’accordo, e la maggioranza della Tenuta Greppo della famiglia Biondi Santi, dove nell’Ottocento è stato inventato il Brunello, è passata al Gruppo Epi della famiglia francese Descours (proprietaria degli Champagne Charles Heidsieck e Chateau La Verriere). Frescobaldi, Allegrini, il gruppo Colle Massari hanno comprato terreni negli anni. Oltre a Bulgheroni, la nuova aristocrazia straniera del Brunello comprende la famiglia americana Mondavi, i tedeschi Eichbauer, l’imprenditore brasiliano Andre Santos Esteves, che ha comprato la cantina di Argiano; la società panamense Soleya International Corporation ha acquistato la Tenuta Oliveto; Ruffino diventata al 100% del colosso americano Constellation Brands; un altro americano, Louis Camilleri, manager di Altria Group Inc, la holding che controlla il gruppo Philip Morris, oggi presidente della Ferrari, ha acquistato Il Giardinello. Prima di lui l’americano Richard Parsons, ex ad della Time Warner e consigliere del presidente Obama, comprò la Tenuta Il Palazzone.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su