02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA TENDENZA

Largo consumo, spesa stabile, ma sempre più focalizzata su cibo e bevande. Indagine Iri

Dal 6 al 9 maggio, a FieraMilano, torna TuttoFood, con la novità di TuttoWine, in partnership con Unione Italiana Vini (Uiv)
CIBO, CONSUMI, FIERA MILANO, IRI, TUTTOFOOD, TUTTOWINE, UNIONE ITALIANA VINI, Italia
Dal 6 al 9 maggio, a FieraMilano, torna TuttoFood, con la novità di TuttoWine

Nel comparto dei prodotti di largo consumo confezionato (Lcc) il 2018 si è chiuso con una riduzione delle vendite a volume (-0,6%) e con un rallentamento di quelle a valore (+0,1%). Lo afferma la ricerca “Le principali dinamiche dell’alimentare nel largo consumo”, promossa da Tuttofood e Fiera Milano Spa, e condotta da Iri, di scena oggi a Milano nel lancio di TuttoFood, di scena dal 6 al 9 maggio 2019. Il fatturato, dunque, tiene grazie all’aumento dei prezzi (+0,7%), con una pressione promozionale che rimane sostanzialmente invariata rispetto al 2017 (27,4%). “Nel corso del 2019 - afferma Marco Limonta, Business Insight Director di Iri - c’è da aspettarsi un lieve ulteriore innalzamento dei prezzi”.
Per quanto riguarda i canali distributivi, l’anno scorso si è verificata una crescita soprattutto sull’online, nei supermercati e nei discount. “Nell’online - continua Marco Limonta - la maggioranza delle categorie dell’alimentare è cresciuta tra il 20% e il 50%, con un indice di prezzo medio superiore all’offline”. Tra le categorie di prodotto che compongono il comparto del Lcc, il 2018 si è chiuso con una crescita delle vendite a valore dei soli “Alimentari e Bevande”. Ed è interessante notare che da 10 anni a questa parte il consumatore ha cambiato l’allocazione della spesa a vantaggio proprio dell’alimentare e delle bevande, con un’accelerazione negli ultimi 4 anni (a discapito della Cura Casa e della Cura Persona).
Guardando più in dettaglio la categoria del food, nel 2018 si conferma lo spostamento delle vendite verso gli alimentari freschi confezionati: l’ortofrutta a peso imposto cresce infatti del 5,6% e il fresco del 2,1%. In generale si percepisce un crescente interesse del consumatore per i prodotti pronti ad alto contenuto di servizio, e si registra soprattutto un incremento del segmento “Premium” (+2,9%, con un picco del +9,9% per le marche top del distributore). Sempre a proposito di tendenze di consumo si è infine soffermata la Professoressa Stefania Vitulli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, mettendo in rilievo l’importanza del tema della sostenibilità.
“La sostenibilità - ha affermato a questo proposito Gian Marco Centinaio, Ministro delle politiche Agricole - è sinonimo di futuro e di innovazione, ed è un valore. L’alimentare italiano è importantissimo e va difeso, perché è fatto di prodotti di estrema qualità. L’obbiettivo che dobbiamo avere tutti è quello di far sì che i nostri produttori siano sempre più tutelati e promossi anche attraverso le rassegne internazionali come Tuttofood”.
Tuttofood che, come detto, si terrà a Milano dal 6 al 9 maggio prossimi. “Il programma dell’edizione di quest’anno - spiega Fabrizio Curci, ad Fiera Milano - verrà arricchito di numerose occasioni di approfondimento. In generale vogliamo uscire dal concetto di Fiera dell’offerta e andare sempre più in direzione di una Fiera della domanda, con un’attenzione crescente ai Paesi esteri. Tra le novità di quest’anno ci sarà anche Tuttowine, spazio dedicato al vino realizzato in partnership con Unione Italiana Vini”. Dal 3 al 9 maggio torna anche “Milano Food City”, appuntamento dedicato al cibo e alla cultura alimentare, che quest’anno avrà come tema “genio e creatività”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli