02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TRADIZIONI

“Le ricette di una volta contro lo spreco alimentare”, il messaggio di “A Tavola con il Nobile”

I “Ravioli di Cibreo con rinforzo d’uovo” della Contrada di Voltaia i migliori del concorso firmato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Le feste identitarie che animano i mille borghi d’Italia sono un pezzo di storia, di socialità, ma anche occasione di promozione del territorio, e vetrine per lanciare messaggi, anche attraverso la gastronomia. Come ha fatto l’edizione 2022, quella del ventennale, di “A Tavola con il Nobile”, storico concorso di cucina promosso dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, e ideato insieme al giornalista del Tg2, Bruno Gambacorta, che vede le Contrade del Bravìo delle Botti sfidarsi in cucina, nei giorni che precedendo la corsa (che andrà in scena il 28 agosto) in cui gli spingitori attraversano a ritmo serrato la perla del Rinascimento toscano, spingendo pesanti botti di 80 kg. Ad aggiudicarsi questa edizione, con i “Ravioli di Cibreo con rinforzo d’uovo”, è la Contrada di Voltaia, che meglio ha interpretato il tema, ovvero “Le ricette di una volta contro lo spreco alimentare”, che è anche uno dei progetti portati avanti dal Consorzio. L’obiettivo del premio è quello di esaltare gli abbinamenti dei prodotti e delle ricette tradizionali con il Vino Nobile di Montepulciano. Al secondo posto si è piazzata la Contrada Gracciano con “La polpetta fritta, l’altra vita del lesso”, mentre ha chiuso il podio al terzo posto Talosa con “Gli gnocchi di nonna Geffa”. “Venti anni di recupero della tradizione, venti anni in cui abbiamo dato la possibilità a oltre 150 giornalisti di conoscere il nostro territorio attraverso uno dei suoi valori aggiunti, l’enogastronomia - ha commentato il presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, Andrea Rossi - il tema di questo anno poi ci tocca da vicino dal momento che siamo riusciti a legarlo a un progetto del Consorzio, #PortamiConTe, dedicato proprio alla sensibilizzazione contro lo spreco alimentare”. Ogni piatto in gara è stato degustato in abbinamento a tre etichette di Vino Nobile di Montepulciano sorteggiate prima della gara. A fare da conduttore al ventennale del Premio è stata la storica voce di “Decanter” (Radio2 Rai) e di Camper (Rai1), Tinto, ormai tra gli ambasciatori del Vino Nobile di Montepulciano. Insieme a lui e ai giurati hanno partecipato anche gli storici amici del Consorzio e di “A Tavola con il Nobile”: dalla campionessa olimpica Sara Simeoni al conduttore televisivo Bruno Pizzul, passando poi per il procuratore sportivo Claudio Pasqualin (manager di calciatori del calibro di Del Piero, Gattuso, Vialli …) agli storici volti de “La Prova del Cuoco“ Anna Moroni e Augusto Tocci.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli