02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Mentre l’Italia è in piena campagna elettorale la Spagna pianifica il futuro: dal Congresso di Madrid via libera al decreto all’Ocm vino 2019-2024. Dotazione complessiva di 1,05 miliardi di euro, di cui 280 stanziati per la Promozione sui Paesi Terzi

Mentre l’Italia fa i conti con una campagna elettorale che la terrà occupata fino al voto del 4 marzo, la Spagna programma già il futuro. Il Governo di Madrid, infatti, ha annunciato l’approvazione del pacchetto di aiuti Ue al settore vitivinicolo, ossia della dotazione dell’Ocm Vino, per il quinquennio 2019-2023, per un totale di 1,05 miliardi di euro. Che andranno a finanziare, essenzialmente, tre misure: la promozione sui Paesi Terzi, la ristrutturazione e riconversione dei vigneti e la distillazione dei sottoprodotti della vinificazione.

Il decreto del Congresso, così, mette già i pilastri su quelle che saranno le prospettive della Spagna del vini, anche a fronte di un finanziamento più “povero” rispetto al periodo 2014-2018 (1,194 miliardi di euro): 362,5 milioni di euro finanzieranno la ristrutturazione e riconversione dei vigneti, 280 milioni di euro per la promozione sui Paesi Terzi, 159 milioni di euro per la distillazione dei sottoprodotti della vinificazione. Per quanto riguarda la dotazione annuale, la Spagna conterà su una dotazione di 420,7 milioni di euro fino al 2020, mentre i restanti 631 milioni di euro verranno stanziati per il triennio 2021-2023.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli