02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2024
ATTUALITÀ

Ursula von der Leyen è stata invitata alla riunione dei Ministri dell’Agricoltura Ue

Il Ministro belga David Clarinval: “Consiglio Agricoltura del 26 febbraio esaminerà con la Commissione la necessità di fornire risposte rapide”
AGRICOLTURA, MINISTRI AGRICOLTURA UE, PROTESTA AGRICOLTORI, UE, URSULA VON DER LEYEN, Mondo
Ursula von der Leyen

Mentre le proteste degli agricoltori continuano un po’ in tutta Europa, Italia in primis, con le prime vittorie per il settore che stanno arrivando tanto dal Vecchio Continente che dall’Italia, tra retromarce e tempi che vengono allungati, il tema dell’agricoltura continua ad essere molto presente anche nell’agenda delle istituzioni. Tanto che la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, è stata invitata a prendere parte alla riunione dei ministri dell’Agricoltura dei 27 Stati membri in programma il prossimo 26 febbraio, una giornata dove la crisi del settore agricolo sarà al centro dell’attenzione.
Il Ministro dell’Agricoltura del Belgio, David Clarinval, intervenendo al “Global Food Forum”, organizzato da Farm Europe a Bruxelles, riporta l’Ansa, ha aggiunto che “il Consiglio Agricoltura del 26 febbraioesaminerà con la Commissione la necessità di fornire risposte rapide e strutturali alla situazione di crisi attuale del settore agricolo”, ribadendo l’impegno dei vertici comunitari ad “avviare un’analisi approfondita degli oneri amministrativi” che pesano sugli agricoltori. Ai Paesi membri è stato chiesto di inviare i propri suggerimenti entro la giornata di oggi.
Ma sull’agricoltura del futuro si è espresso, sempre al “Global Food Forum”, anche il Commissario europeo per l’Agricoltura, Janusz Wojciechowski, affermando che “il sistema di aiuti di Stato è molto importante per sostenere l’agricoltura, dobbiamo portarlo avanti perché i nostri agricoltori hanno bisogno di sostegno davanti agli elevati prezzi dell’energia e dei fertilizzanti e alle perturbazioni del mercato. Ma non va bene per il futuro, perché creiamo disuguaglianze nel mercato interno”.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli