02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINITALY E BORD​EAUX

Vinitaly e Union de Grands Crus de Bordeaux rinnovano l’accordo: calendario condiviso nel 2019-2022

Dopo i buoni risultati degli ultimi cinque anni, Vinitaly e “Semaine des Primeurs” ancora in date diverse, per la gioia di media e buyer
Bordeaux, VINITALY, Italia

Coordinare le rispettive manifestazioni al fine di consentire ai buyer e ai media di tutto il mondo di ottimizzare la loro presenza a due dei principali eventi del calendario vitivinicolo internazionale: Vinitaly e l’Union de grands crus de Bordeaux rinnovano l’accordo di non belligeranza tra Italia e Francia del vino anche per il periodo 2019-2022, armonizzando i calendari del più importante appuntamento del vino italiano, il Vinitaly di Verona, e della “Semaine des Primeurs” di Bordeaux, come successo negli ultimi cinque anni.
Nel 2019 Vinitaly andrà in scena dal 7 al 10 aprile, preceduto proprio dalla “Semaine des Primeurs”, in programma a Bordeaux dall’1 al 4 aprile. Nel 2020 l’evento francese si terrà invece dal 30 marzo al 2 aprile, mentre Vinitaly verrà posticipato dal 19 al 22 aprile. “Il terzo accordo - ha detto il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani - suggella la collaborazione tra la Francia e l’Italia del vino, finalizzato a ottimizzare le agende dei protagonisti mondiali del vino. È innegabile che nel rinnovare ulteriormente l’accordo abbiano giocato un ruolo decisivo i buoni risultati, ottenuti a partire dalle rispettive edizioni 2013, di Vinitaly e della Semaine des Primeurs di Bordeaux”. “UGCB e Veronafiere, con Vinitaly, hanno agito con buon senso e nell’ottica di rafforzare sempre di più l’internazionalità delle proprie manifestazioni. Un obiettivo raggiunto e che sarà perseguito anche nei prossimi anni, durante i quali l’auspicio è di dare vita anche ad altre iniziative congiunte, come abbiamo annunciato nelle precedenti occasioni” ha aggiunto Olivier Bernard, presidente dell’Union des Grands Crus di Bordeaux.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli