02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
INVESTIRE PER CRESCERE

Caviro, 6,4 milioni euro per un nuovo impianto di confezionamento da 1,2 milioni di pezzi al giorno

Il gruppo, che lavora il 10% delle uve da vino prodotte in Italia e nel 2018 ha fatturato 325 milioni di euro, guarda al futuro

Il 10% di tutte le uve da vino prodotte in Italia finisce in una sola grande cooperativa, il Gruppo Caviro, capace di mettere a sistema il lavoro di 12.000 soci di Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Puglia, Toscana e Sicilia. Numeri che si traducono in un bilancio che parla di 325 milioni di euro di fatturato consolidato nel 2018, ed una leadership quasi incontrastata, almeno in termini di volumi, sul mercato interno. Una crescita continua, quella del gruppo diventato grande con Tavernello, che ha bisogno di tecnologie all’avanguardia ed all’altezza, sostenute, va da sé, da investimenti importanti. È in questa ottica che si inserisce la realizzazione di due nuovi impianti di confezionamento, nello stabilimento di Forlì, dedicati alla linea vetro e alla linea Tetra Pak, che garantiranno un aumento della potenzialità produttiva annua di circa 50 milioni di bottiglie e di oltre 24 milioni di brik. Alle spalle, un investimento da 6,4 milioni di euro, che permetterà al sito di raggiungere una potenzialità produttiva di 1,2 milioni di pezzi al giorno, lavorando vini fermi, frizzanti e spumanti di diversi formati e tipologie di packaging.
“Efficienza, flessibilità, contenimento dei costi: sono gli obiettivi - spiega il presidente del Gruppo Caviro, Carlo Dalmonte - che intendiamo raggiungere con questo investimento. Un’operazione rilevante per rispondere sempre meglio alle diverse esigenze dei mercati di tutto il mondo e ottimizzare i costi energetici e operativi. La costante ricerca tecnologica e qualitativa è un elemento centrale e fondante della filosofia del Gruppo. Ogni giorno, gli oltre 500 dipendenti di Caviro traducono questo valore nel proprio lavoro con passione e professionalità - aggiunge il presidente del Gruppo Caviro - e con questo investimento, che integra il nostro impegno per un’economia del territorio sostenibile e orientata all’innovazione, intendiamo confermare la volontà di continuare a essere non solo la più grande Cantina d’Italia ma anche la più tecnologicamente avanzata e attenta alla sostenibilità economica e ambientale, coerenti con il nostro approccio circolare”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

TAG: CAVIRO

Altri articoli

TAG: CAVIRO