02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia del vino ancora al vertice delle classifiche internazionali: nella “The Enthusiast 100 of 2017”, al n. 2 il Barbaresco Rabajà 2011 Riserva dei Produttori del Barbaresco. 14 le etichette del Belpaese in classifica, al top assoluto la California

Italia
Il Barbaresco Rabaja 2011 Riserva dei Produttori del Barbaresco al n. 2 della The Enthusiast 100 2017 di Wine Enthusiast

Continuano ad uscire le classifiche internazionali del vino di fine anno, e ora è la volta della “The Enthusiast 100 of 2017”, la più importante tra quelle di Wine Enthusiast, quella con “i vini più eccezionali” assaggiati nell’anno, e che vede ancora l’Italia sul podio (dopo che la Top 100 Cellar Selection aveva visto al n. 1 assoluto il Brunello di Montalcino 2012 di Conti Costanti, https://goo.gl/xXBFRZ), stavolta alla posizione n. 2, con il Barbaresco Rabajà 2011 Riserva dei Produttori del Barbaresco (cooperativa piemontese che conferma una costanza qualitativa nel tempo riconosciuta anche dalla critica internazionale, tanto che il suo Barbaresco Asili Riserva 2011 nel 2016 si era piazzato, primo degli italiani, alla posizione n. 5 della prestigiosa Top 100 di “Wine Spectator”, ndr). Nella classifica dei migliori assaggi in assoluto tra gli oltre 23.000 degustati da “Wine Entusiast” (l’Italian Editor è Kerin O’Keefe), e che vede al vertice il californiano Russian River Selection Chardonnay 2015 di Gary Farrel, sono 31 le etichette made in Usa, 18 quelle Francesi e 14 le italiane, e i vini hanno un punteggio medio di 93.79 punti su 100, ed un prezzo medio di 35.24 dollari allo scaffale. Per l’Italia, in “top 10”, al n. 7 c’è anche il Praepositus Kerner 2015 di Abbazia di Novacella, dall’Alto Adige, seguito al n. 12 dal Lessona Pizzaguerra 2013 di Colombera e Garella. Posizione n. 22 per il Brunello di Montalcino 2011 de Il Colle, mentre al n. 25 c’è il Vitalba Albana di Romagna in Anfora 2015 di Tre Monti. Posizione n. 30 per il Chianti Classico Gran Selezione Il Grigio 2013 di San Felice, seguito al n. 37 dal Soave Classico La Frosca 2015 di Gini. Al n. 43 c’è il Lambrusco di Sorbara Radice 2016 di Paltrinieri, seguito dal Bardolino Brol Grande 2015 di Le Fraghe al n. 48, e dal Barolo Marcenasco 2013 di Renato Ratti al n. 54. Chiudono il gruppo degli italiani l’Etna Bianco 2016 di Tornatore al n. 60, la Barbera d’Asti Monte Bruna 2014 di Braida di Giacomo Bologna al n. 71, il Valdobbiadene Prosecco Superiore Dirupo Brut 2016 di Andreola al n. 86, e l’Eloro Nero d’Avola Fontanelle 2012 di Curto, al n. 100 (https://goo.gl/AJtnDg). Una classifica, spiega “Wine Enthusiast”, che mostra la “fantastica varietà di vini di qualità a disposizione del consumatore di oggi. Vini da 17 Paesi, che spaziano da vibranti bianchi, ricchi rossi, succulenti rosè, brillanti bollicine e intensi vini dolci, che garantiscono la scelta giusta anche al wine lover più esigente”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli