02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La mappa dell’espresso in Italia: la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) dedica una giornata al caffè che, con un giro d’affari di 6,6 miliardi di euro (il 32,5% del fatturato totale dei bar), resta la bevanda preferita degli italiani

Non Solo Vino
L’espresso resta la bevanda preferita degli italiani

Milioni di italiani iniziano la propria giornata con una buona tazza di caffè, e i numeri lo confermano: la caffetteria resta il prodotto di punta del bar italiano, con un giro d’affari annuo di circa 6,6 miliardi di euro, pari a quasi il 32,5% del fatturato totale dei bar. Ecco i dati che la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) ha presentato ad Host, il Salone Internazionale dell’Ospitalità, di scena, in questi giorni, a FieraMilano, dedicando una giornata alla bevanda preferita degli italiani e cogliendo l’occasione per delineare una mappa dell’espresso in Italia, una fotografia dei consumi del caffè in tazzina nel nostro Paese a partire dai dati dell’Ufficio Studi della Federazione (www.fipe.it).
“Il giro d’affari delineato dimostra come quello del caffè sia un momento fondamentale della giornata degli italiani - ha dichiarato Antonella Zambelli, consigliere Fipe - nonché ampiamente diffuso su tutto il territorio italiano e spalmato nel corso della giornata. Il caffè al bar è e rimarrà un simbolo dell’italianità, nonché un momento di condivisione e aggregazione duro a tramontare”. Se si guarda alla distribuzione del consumo al bar nel corso della giornata, infatti, il 19% degli italiani la mattina fa colazione bevendo soltanto una tazzina di caffè, mentre il 49,3% nel più classico dei modi lo beve al mattino per iniziare la giornata, magari insieme ad un cornetto o altro, il 37% invece se lo concede durante le pause, soltanto il 9,2% a pranzo, mentre il 4,6% dopo cena.
Guardando, invece, alla distribuzione per tipologia di bar delle tazzine servite in un giorno tipo si nota come ci sia una sostanziale uniformità numerica: si va, infatti, dalle 170 tazzine servite nei bar polivalenti alle 220 servite nei lunch bar, passando per le 200 consumate nei bar non specializzati e le 202 nei morning bar; fanalino di coda gli evening bar con 85 tazzine consumate.
Riguardo al prezzo della tazzina di caffè lungo lo Stivale, la situazione, invece, è molto variegata: i due estremi sono in media registrati a Bari (0,75 euro) e a Bologna (1,08 euro), mentre nel resto del Paese per un espresso si può ad esempio spendere al Sud da 0,86 euro di Roma e Napoli a 0,92 euro di Palermo, mentre al Nord si va da 1 euro a Genova a 1,04 euro di Torino.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli