02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CRITICA IN TEMPO DI COVID

38 “Tre Forchette”, in un anno difficile: ecco la Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso

“Niente punteggi, ma grande attenzione a tutti i professionisti che negli ultimi mesi sono riusciti a reinventarsi con coerenza e originalità”
COVID, GAMBERO ROSSO, GUIDA RISTORANTI D'ITALIA, RISTORAZIONE, Non Solo Vino
38 “Tre forchette”, in un anno difficile: ecco la Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso

Nessun punteggio, in un anno particolare come il 2020 segnato dal Covid, ma una selezione dei migliori ristoranti d’Italia (38 “Tre Forchette”, con tutti i big della ristorazione italiana, dal Piazza Duomo a Villa Crespi, dal Da Vittorio al Dal Pescatore, dal Mudec a Cracco, dal St. Hubertus all’Osteria Francescana, da Enoteca Pinchiorri a Uliassi, da Casa Vissani a La Pergola, dal Reale al Don Alfonso 1890, da La Torre del Saracino al Duomo, da Le Calandre a Glass Hostaria, per citarne solo alcuni), e 26 premi speciali (da quelli più classici, come il Ristoratore dell’Anno andato alla Famiglia Liu a Milano, il Cuoco Emergente, a Emanuele Lecce de La Tavernetta a Spezzano della Sila, la Novità dell’Anno a Peter Brunel di Arco, o i Menu Degustazione dell’Anno andato al With a little help from my friends dedicato ai Beatles dell’Osteria Francescana di Modena di Massimo Bottura e al 20Reale20 de Reale di Castel di Sangro di Niko Romito, a quelli più peculiari, come il Miglior Pane in tavola andato al Casa Vissani di Baschi, di Gianfranco e Luca Vissani, quello Terra e Ambiente a La Ciau del Tornavento di Treiso di Maurilio Garola, all’Hostaria Dietro le Quinte di Jesi e Al Pescatore di Bari, o quello per la Valorizzazione delle produzioni locali a Il Poggio Rosso dell’Hotel Borgo San Felice a Castelnuovo Berardenga, tra gli altri): ecco gli atout della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso 2021, edizione n. 31, davvero peculiare, come ha spiegato, nella presentazione su Facebook, condotta da Antonio Paolini e Marco Sabellico, il presidente del Gambero Rosso Paolo Cuccia:
“In questo momento epocale in cui le prospettive sono incerte siamo impegnati più che mai a supportare la transizione e a contribuire al rilancio del settore non appena l’emergenza pandemica finirà. È il momento di focalizzare le energie su nuove tecnologie dando una forte accelerata alla digitalizzazione, dobbiamo puntare su una corretta informazione e, soprattutto, investire sulla formazione permanente dei professionisti del settore: campi a cui il Gambero Rosso dedica da sempre grande attenzione”.
E così, la Guida, spiega il Gambero Rosso, ha voluto dedicare quest’anno più che mai grande attenzione a tutti i professionisti che, negli ultimi mesi, sono riusciti a reinventarsi con coerenza e originalità, per raggiungere i propri clienti anche in periodo di restrizioni e chiusure, elaborando convincenti proposte di food delivery e mettendosi in gioco davanti alla continua necessità di ripensare la propria offerta e le modalità di servizio. Come previsto nel momento di chiusura della guida a metà ottobre 2020, la seconda ondata sta mettendo ulteriormente a dura prova il settore della ristorazione che, stando ai dati diffusi dalla Fipe/Confcommercio nell’Assemblea Annuale del 18 novembre, chiuderà il quarto trimestre del 2020 con una perdita di fatturato del 40% (10 miliardi di euro) con la previsione per fine anno di una flessione di 33 miliardi di euro su 96 complessivi, con 60.000 aziende a rischio chiusura lasciando oltre 300.000 lavoratori nell’incertezza. “La guida Ristoranti d’Italia 2021 diventa, quindi, una guida non soltanto di giudizio ma anche di servizio, in grado di raccontare come la ristorazione ad ogni livello ha reagito, e continua a reagire, di fronte ad una crisi senza precedenti. È il momento quindi di supportare con ogni mezzo i ristoratori italiani che sono ambasciatori dei territori, dei prodotti agroalimentari e dell’ospitalità made in Italy”, spiega il Gambero Rosso.
“Il nostro impegno di supporto nei confronti della ristorazione continuerà con una comunicazione ancora più forte, sviluppando e creando nuove iniziative che aiutino le imprese del settore - continua l’ad Luigi Salerno - e la ristorazione è parte integrante della storia e del dna del Gambero Rosso e siamo sicuri che lavorando insieme anche questa volta, torneremo presto a riempire tavoli della migliore ristorazione italiana”.

Focus - I premi della Guida Ristoranti d’Italia 2021 del Gambero Rosso

Tre Forchette - Premio Trentodoc

Piemonte
Piazza Duomo - Alba
Villa Crespi - Orta San Giulio

Lombardia
Da Vittorio - Brusaporto
Dal Pescatore - Canneto sull’Oglio
Miramonti l’Altro - Concesio
D’O - Cornaredo
Lido 84 - Gardone Riviera
Enrico Bartolini. Mudec Restaurant - Milano
Berton - Milano
Cracco - Milano
Seta by Antonio Guida - Milano
Vun Andrea Aprea dell’Hotel Park Hyatt Milan - Milano

Veneto
La Peca - Lonigo
Le Calandre - Rubano
Trentino-Alto Adige
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina - Badia

Friuli-Venezia Giulia
Laite Sappada
Agli Amici dal 1887 - Udine

Emilia-Romagna
Osteria Francescana - Modena

Toscana
Enoteca Pinchiorri - Firenze
Lorenzo - Forte dei Marmi
Da Caino - Montemerano
Il Piccolo Principe del Grand Hotel Principe di Piemonte - Viareggio

Marche
Madonnina del Pescatore - Senigallia
Uliassi - Senigallia

Umbria
Casa Vissani - Baschi

Lazio
Pascucci al Porticciolo - Fiumicino
La Trota - Rivodutri
Glass Hostaria - Roma
Imàgo dell’Hotel Hassler - Roma
Il Pagliaccio - Roma
La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri - Roma

Abruzzo
Reale - Castel di Sangro

Campania
Taverna Estia - Brusciano
Don Alfonso 1890 - Massa Lubrense
Quattro Passi - Massa Lubrense
Torre del Saracino - Vico Equense

Sicilia
La Madia - Licata
Duomo - Ragusa

Tre Gamberi - Premio Cantine San Marzano
Angiolina - Pisciotta
Antica Osteria del Mirasolecon Locanda -San Giovanni in Persiceto
Antichi Sapori - Andria
Armando al Pantheon - Roma
Trattoria Sarda Armidda - Abbasanta
La Brinca - Ne
Da Burde - Firenze
Ai Cacciatori - Cavasso Nuovo
Il Capanno - Spoleto
Agriturismo Il Casaletto - Viterbo
Da Cesare - Roma
Consorzio - Torino
Al Convento - Cetara
Caffè La Crepa - Isola Dovarese
Ai Due Platani - Parma
Futura Osteria - Monteriggioni
La Madia - Brione
Locanda Mariella - Calestano
Masseria Barbera Minervino - Murge
Nerodiseppia - Trieste
Osteria Ophis - Offida
All’ Osteria Bottega - Bologna
Osteria del Treno - Milano
Pretzhof - Val di Vizze/Pfitsch
Sora Maria e Arcangelo - Olevano Romano
Lo Stuzzichino - Massa Lubrense
Tischi Toschi Taormina - Taormina
Trippa - Milano
Vecchia Marina - Roseto degli Abruzzi
Osteria della Villetta dal 1900 - Palazzolo sull’Oglio
Vino e Cibo - Senigallia

Tre Bottiglie - Premio Castello di Cigognola
La Baita - Faenza
Barnaba - Roma
Enoteca Bruni - Firenze
Le Case della Saracca - Monforte d’Alba
Del Gatto - Anzio
Al Donizetti - Bergamo
Enoteca Marcucci - Pietrasanta
Da Nando - Mortegliano
Roscioli - Roma
Trimani Il Wine Bar - Roma

Tre Mappamondi - Premio Cantina di Solopaca

Casaramen - Milano
Iyo Experience - Milano
Wicky’s Innovative Japanese Cuisine - Milano

Tre Boccali
Baladin Open Garden - Piozzo
Nidaba - Montebelluna
Open Baladin - Roma
L’Osteria di Birra del Borgo - Roma

Tre Cocotte
Amo - Venezia
Lanzani Bottega & Bistrot - Brescia
Spazio Niko Romito Bar e Cucina - Roma

Focus - I Premi Speciali

Cuoco emergente. Premio Alessandro Narducci - Premio Acqua Panna-S.Pellegrino
Emanuele Lecce - La Tavernetta - Spezzano della Sila

Novità dell’anno - Premio Frantoio di Santa Téa
Peter Brunel - Arco

Il Ristoratore dell’Anno - Premio Bertani
Famiglia Liu - Milano (Iyo Experience; AAlto - part of Iyo; Ba Asian Mood; Gong; Iyo Omakase)

Ristorante con la miglior proposta di piatti di pasta - Premio Pastificio dei Campi
Acqua Pazza - Ponza

Miglior pane in tavola - Premio Petra Molino Quaglia
Casa Vissani - Baschi

Menu degustazione dell’anno - Premio Goeldlin Chef
With a little help from my friends - Osteria Francescana - Modena
20Reale20 - Reale - Castel di Sangro

Il pastry chef dell’anno - Premio La Bella Estate Vite Colte
Fabrizio Fiorani - Il Duomo - Ragusa

Miglior proposta al bicchiere al ristorante - Premio Benedetti & Grigi
MU dimsun - Milano

Miglior carta dei distillati - Premio Grappa Ceschia
Achilli Enoteca Al Parlamento - Roma

Servizio di sala
Qafiz - Santa Cristina d’Aspromonte

Miglior comunicazione digitale
Antica Osteria Nonna Rosa - Vico Equense

Terra e ambiente - Premio Franciacorta Animante Barone Pizzini
La Ciau del Tornavento - Treiso
Hostaria Dietro le Quinte - Jesi
Al Pescatore - Bari

Valorizzazione delle produzioni locali - Premio Albinea Canali e Maschio dei Cavalieri
Il Poggio Rosso dell’Hotel Borgo San Felice - Castelnuovo Berardenga

Qualità prezzo - Premio Ferzo Wines
La Bandiera - Civitella Casanova
Del Belbo da Bardon - San Marzano Oliveto
Emozionando - Salerno
Giardino - San Lorenzo in Campo
Maeba - Ariano Irpino
Mammaròssa - Avezzano
Pepe Nero - Prato
Satricvm - Latina
La Tavernetta - Spezzano della Sila
Il Tiglio - Montemonaco

Le due forchette Rosse - (I locali che hanno le maggiori potenzialità per raggiungere il vertice)
Marche Andreina - Loreto
Lazio Enoteca La Torre a Villa Laetitia - Roma
Campania Danì Maison - Ischia
Sicilia Signum - Salina

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli