02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Antinori consolida le sue proprietà, in terra di Siena, nella zona del Chianti Colli Senesi, con l’acquisto della Tenuta Farneta a Sinalunga (100 ettari vitati). Nell’asta, in galante duello “rinascimentale”, superata la concorrenza di Frescobaldi

Italia
Antinori Family

Antinori, il nome del vino italiano più celebre nel mondo, consolida le sue proprietà, investendo in terra di Siena, nella zona del Chianti Colli Senesi: la storica realtà toscana ha acquisito la Tenuta Farneta a Sinalunga, a pochi chilometri da Siena, e vicina a Cortona, nel cui territorio Antinori possiede già la Tenuta La Braccesca.
Un investimento importante, che ha visto l’azienda oggi guidata da Albiera Antinori, con le sorelle Alessia e Allegra e con il padre Piero Antinori, primeggiare, con 5,5 milioni di euro di offerta, nell’asta battuta dal Tribunale di Siena, acquisendo così la proprietà, che conta 100 ettari di vigneto in corpo unico, all’altezza ideale di 400 metri sul livello del mare, che saranno in parte da ristrutturare, una imponente villa Ottocentesca, tre poderi ed una cantina.
Un’asta che ha avuto anche un fascino particolare, quasi “rinascimentale”, poiché a contendere la proprietà ad Antinori (www.antinori.it), in un confronto cordiale e cavalleresco tra due storiche e prestigiose famiglie del vino toscano, entrambe di Firenze e dalla storia plurisecolare, è stato il gruppo Frescobaldi (www.frescobaldi.com), oggi guidato da Lamberto Frescobaldi.


A giocare a favore di Antinori è stata forse la vicinanza con la tenuta di proprietà che ha i vigneti tra Montepulciano e Cortona, con la prospettiva di poter beneficiare anche di sinergie logistiche. Una sfida che si è giocata “in patria” tra due grandi firme del vino italiano, Antinori (che mette insieme oltre 2.700 ettari di vigneto complessivo) e Frescobaldi (oltre 1.250), che da Firenze, nella loro lunga e nobile storia, sono state entrambe capaci di conquistare i mercati del mondo. Con Frescobaldi che recentemente aveva acquisito anche una delle più belle proprietà del Chianti Classico, i vigneti del Castello di San Donato in Perano, a Gaiole in Chianti,sempre in asta, e rafforzato la sua imponente bellezza di vigne, poderi e castelli in quel di Montalcino, con l'acquisto di LogoNovo, una sorta di “enclave” (55 ettari complessivi, di cui 11 ettari vitati) all’interno dei confini di Castelgiocondo, già di Frescobaldi dal 1989.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli