02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
“DI GAVI IN GAVI”

Antonino Cannavacciuolo alla ricerca del piatto perfetto per festeggiare 20 anni di Gavi Docg

“Il bianco Cortese del rosso Piemonte” guarda al futuro promuovendo la sostenibilità. A celebrarlo anche Neri Marcorè (26 agosto e 1 settembre)
CANNVACCIUOLO, DI GAVI IN GAVI, GAVI DOCG, Italia
Lo chef Antonino Cannavacciuolo

Un giudice tanto inflessibile quanto amato dal grande pubblico, alla ricerca del piatto perfetto, frutto di ingredienti locali ben dosati, coltivati tra i vigneti dove da secoli nasce “il bianco Cortese del rosso Piemonte”, amore per le tecniche di cucina e di preparazione che rendono queste materie prime parte di un sistema virtuoso, dalla produzione al consumo: è lo chef Antonino Cannavacciuolo, che il 26 agosto a Gavi ospite d’eccezione a “Di Gavi in Gavi”, dovrà scegliere il miglior abbinamento tra le 11 ricette presentate dai Comuni della Denominazione che festeggia così 20 anni dal riconoscimento della Docg (con tanto di etichetta istituzionale Ventanni). E lo fa guardando al futuro promuovendo la “sostenibilità applicata”, capace, nel calice come nel piatto, di conciliare tradizione e amore per il proprio territorio e le proprie radici, ri-scoprendo e applicando i segreti della cucina sostenibile che si tramandano di generazione in generazione tra famiglie e cuochi, dalla preparazione al raccolto, dalla conservazione all’utilizzo di tutte le risorse nella loro completezza e stagionalità, con la ricerca delle tecnologie più avanzate.
Una tradizione che in occasione “Di Gavi in Gavi”, l’evento promosso dal Consorzio di Tutela del Gavi, vede le affascinanti corti private di Gavi - allestite con tronchi di albero provenienti della gestione del territorio boschivo da parte delle aziende agricole, per sorreggere le immagini dei fiori, degli animali, dei paesaggi, dell’acqua, degli antichi mestieri del terroir del Gavi, fortunato connubio tra uomo, terra e cultura (dall’archivio del Parco delle Aree Protette dell’Appenino Piemontese, il polmone verdissimo e ancora selvaggio che delinea il confine meridionale delle terre del Gavi, verso il mare, ndr) - accogliere gli eno-appassionati (che riceveranno anche un moderno calice in Tritan, un tecnopolimero di ultima generazione completamente riciclabile).
E se il 26 agosto, nella Corte della Buona Italia, Franco Aliberti, chef stellato de La Présef in Valtellina sarà il protagonista dello Show Cooking Zero Sprechi, in cui dimostrerà come esaltare l’ingrediente, riutilizzare le preparazioni e azzerare gli scarti, con un occhio al portafoglio e al consumo responsabile del cibo, ci saranno la Gavilonga, la lunga passeggiata tra i vigneti, e “I Calici e le Stelle” nelle cantine della Denominazione, le celebrazioni per i 20 anni della Docg proseguiranno anche il 1 settembre nell’antica città romana di Libarna con Neri Marcorè e il suo “Incontro in musica tra Faber e Gaber”, uno spettacolare e profondo viaggio tra le note e le parole dei due grandi cantautori italiani, sullo sfondo di una delle location più scenografiche e poetiche dell’intero territorio del Gavi Docg in occasione di Attraverso Festival.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli