02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’INIZIATVA

“ApinCittà”, al via l’analisi del miele per monitorare l’inquinamento urbano

Iniziativa Fai: il controllo avviene attraverso campionamenti per valutare la biodiversità vegetale e la qualità dell’aria
API, API IN CITTA', FEDERAZIONE APICOLTORI ITALIANI, INQUINAMENTO, MIELE, Non Solo Vino
Arnie sui tetti di Roma: dall’analisi del miele i dati sull’inquinamento

Fondamentali per l’agricoltura, con la loro opera di impollinatori, le api sono preziose anche per “sondare” gli ambienti cittadini: dalla qualità del loro miele si possono trarre indicazioni sulla presenza, ad esempio, di metalli pesanti. Si muove in questo senso l’iniziativa che la Fai (Federazione Apicoltori Italiani) sta svolgendo, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri-Comando Carabinieri Forestali nel progetto “ApinCittà”, per il programma nazionale del Ministero delle Politiche Agricole.

Si tratta di un biomonitoraggio di ecosistemi urbani mediante alveari, attraverso campionamenti di miele prelevati in apiari italiani provenienti preferibilmente da città capoluogo di provincia o da centri cittadini con rilevante numero di abitanti. Il miele da analizzare dovrà provenire da alveari censiti all’Anagrafe apistica nazionale e sui campioni conferiti saranno effettuate analisi dei parametri fisico-chimici di legge, analisi melissopalinologiche (per la valutazione della biodiversità vegetale) e analisi dei metalli pesanti (per la valutazione della qualità dell’aria).


I campioni, la cui aliquota di miele dovrà essere di almeno 250 e di massimo 500 grammi, dovranno essere prelevati evitando ogni forma diretta e indiretta di contaminazione, confezionati in vasetti di vetro, muniti di apposito sigillo di garanzia, adeguatamente imballati. Ciascun campione sarà analizzato gratuitamente e dovrà pervenire entro il 7 settembre 2020, mediante consegna a mano, pacco postale o corriere espresso da inviare all’indirizzo della Fai (Corso Vittorio Emanuele II, 101, 00186 Roma). I referti saranno prodotti in forma anonima e cumulativa in sede di divulgazione dei risultati del monitoraggio operato. Su richiesta potranno essere forniti, esclusivamente al diretto interessato, i referti personalizzati e riferiti al campione conferito e accettato.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli