02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Bollinger, Aoc Champagne Brut La Grande Année 2012

Vendemmia: 2012
Uvaggio: Pinot Nero, Chardonnay
Prezzo allo scaffale: € 145,00
Azienda: Bollinger
Proprietà: SJB
Enologo: Gilles Descôtes
Territorio: Champagne

È una sorta d’inno all’eccellenza artigiana e alla conservazione dei processi tradizionali della tipologia: a partire dalla vinificazione tutta in legno (piccolo ma strausato, dunque puro “mezzo” fisico-tecnico e non marcatore di gusto) per approdare alle classiche fasi del remuage e della sboccatura, ancor oggi eseguite a mano. Per Bollinger, solidissima maison dalla solidissima fama (e avente il Pinot Noir, qui al 65%, come pilastro d’un edificio completato da Chardonnay di totale eccellenza) il G.A. è in un certo senso il vero “signature”, la sintesi d’una filosofia. E ogni uscita d’un nuovo millesimo è vissuta come un evento. Il 2012, annata di rango, espressione mediana tra le più rocciose o acute e le “tonde”, ultimamente più frequenti causa clima (e dunque epigono di equilibrio e solidità insieme), godeva di attesa speciale. E il mosaico di 21 cru (per lo più Aÿ e Verzenay per il Pinot, Mesnil-sur-Oger e Oiry per lo Chardonnay) disegnato da Gilles Descotes non l’ha certo delusa. Struttura e sostanza caricate su un tappeto aereo di freschezza e tensione, preceduto da una panoplia olfattiva di agrume dolce, mandorla, mela e poi intensi piccoli frutti rossi, ribaditi al palato e innestati su stoffa ampia e cremosa, con finale sostenuto da una convincente scia salina. Da bere - golosamente - a tavola, o da attendere, secondo possibilità e disponibilità di cantina, anche a lungo.

(Antonio Paolini)

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli