02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Bruno Paillard, Aoc Champagne Extra Brut Assemblage 2012

Vendemmia: 2012
Uvaggio: Pinot Nero, Chardonnay
Bottiglie prodotte: 26.850
Prezzo allo scaffale: € 95,00
Proprietà: famiglia Paillard
Enologo: famiglia Paillard
Territorio: Champagne

Nel quarantennale dalla fondazione, la maison Bruno Paillard torna alla ribalta dopo il periodo del Covid con la presentazione sul mercato del nuovo Assemblage 2012. Frutto di un’annata all’insegna di episodi climatici spesso estremi, che hanno determinato una resa debole, questo champagne gode però della grande intensità di aromi delle uve. Prodotto dalla prima spremitura di 8 grandi terroir di Pinot Nero (60%) e Chardonnay (40%), il 20% dei quali viene vinificato in piccole botti di rovere antico, l’Assemblage arriva sul mercato dopo 8 anni di affinamento in cantina - inclusi 12 mesi di riposo dopo la sboccatura - distribuito in Italia da Cuzziol Grandi Vini. Lo champagne mostra un perlage persistente e fine. Al naso si rivela seducente, con note dolci di pesca e miele lievemente speziato, per un sorso muscolare, dalla rotondità sinuosa, che non toglie nulla alla verticalità sostenuta da una spiccata salinità. Ma se all’olfatto i profumi sono più sfumati, al palato il vino si afferma con una persistenza che si allunga e che gioca con sentori ammandorlati e di spezie dolci. Un vino gastronomico, da apprezzare soprattutto con crostacei e pesce crudo o al forno, ma anche con piatti dal sapore più deciso, cucinati con spezie orientali o lievemente piccanti. Per l’etichetta dell’Assemblage 2012 è stato coinvolto il pittore Claude Viallat, che ha realizzato un’opera sul tema “Sillon” (Solco).

(Giambattista Marchetto)

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli