02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

BUON COMPLEANNO “CANTINE APERTE”! 20 CANDELINE E TANTI EVENTI IN QUASI MILLE CANTINE PER FESTEGGIARE L’EVENTO SIMBOLO DELL’ENOTURISMO DEL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO. DALLA TOSCANA ALL’UMBRIA, DALLA SICILIA ALLA PUGLIA, INIZIA LA ROAD MAP DI WINENEWS

Quando si indaga su quali siano gli appuntamenti enologici italiani da non perdere, non si può non menzionare “Cantine Aperte”, evento simbolo dell’enoturismo, firmato dal Movimento Turismo del Vino, che da sempre fa incontrare vignaioli ed appassionati, per diffondere la cultura del vino e dei suoi territori. E che, il 27 maggio, festeggia i suoi primi 20 anni, dalla primissima edizione in Toscana promossa da Donatella Cinelli Colombini (che apre le porte del Casato Prime Donne a Montalcino, www.cinellicolombini.it), insieme a tutti gli amanti del buon bere, in quasi mille cantine di tutta Italia (www.movimentoturismovino.it).
E dai “Calici d’Arte” della Campania a “Uno scatto x 20” in Umbria, dal “DiVinSognar” in Veneto - da griffe come Carpenè Malvolti che eleggerà l’Alfiere del Prosecco con l’Ais (www.carpene-malvolti.com), da Paladin che ospita la Casa Editrice Feltrinelli (www.paladin.it), a “12 artisti per un sogno” da Zenato (per le missioni di Fra Michael in Guinea Bissau, www.zenato.it) o assaggiando il rarissimo vitigno Wildbacher da Conte Collalto (www.cantine-collalto.it) e il “Buon Gusto Veneto” da Massimago (www.massimago.com), scoprendo “La vita della vite da Mazzolada” (www.mazzolada.it) - al “Ventennio di Vini” in Sicilia, con una tappa alle cantine storiche di Marsala di Donnafugata (www.donnafugata.it) o da Planeta per una “Domenica in Vigna” (www.planeta.it) con tutta la famiglia, da fare da filo conduttore sarà proprio il “numero 20”.
Per festeggiare la ricorrenza, si può andare per cantine lungo la Strada del Vino Soave al “motto solo il buon vino porta buoni sogni” (www.stradadelvinosoave.com) o del Nobile di Montepulciano (www.stradavinonobile.it), e del Brunello di Montalcino a partire da Castello Banfi (www.castellobanfi.it), fare un giro in auto d’epoca per cantine in Trentino Alto Adige o una tappa nelle Marche dalla griffe Umani Ronchi (www.umanironchi.it) o alla Casa Vinicola Garofoli (www.garofolivini.it). In Puglia, con il Movimento Turismo del Vino e Regione Puglia, tra assaggi, minicorsi sul vino ed itinerari in wine bus, da Tormaresca a Leone de Castris, si può anche giocare: con “Brinda e Posta”, divertente concorso su Facebook per i wine lovers (www.mtvpuglia.it).
Tra gli eventi da non perdere? Da Caprai in Umbria, con tutta la famiglia, per “Trekking con l’agronomo. Tour e aperitivo in cantina. Flying tasting. A scuola di ...” (www.arnaldocaprai.it). E poi, “Vedi cosa bevi” al Podere Riosto di Pianoro sui colli bolognesi (www.podereriosto.it) e in Oltrepo Pavese da Marchese Adorno (www.marcheseadorno-wines.it), bio e vinoterapia da Perlage (www.perlagewines.com) e menu con erbe spontanee da Val D’Oca in Veneto (www.valdoca.it), vino e solidarietà per l’Africa con il Movimento Turismo del Vino Lombardo, c’è chi inaugura la nuova cantina come Baldetti a Cortona (www.baldetti.com) e chi apre anche la distilleria come Mazzetti d’Altavilla (www.mazzetti.it).

Focus - Dal Friuli Venezia Giulia alla Sardegna, ecco le “nuove” segnalazioni degli eventi da non perdere
Oltre 90 cantine aperte, tra degustazioni guidate e “A Cena con il Vignaiolo”, abbinamenti enogastronomici ed escursioni tra i vigneti di una delle regioni più belle del vino italiano, anche a bordo dello speciale “Winebus Cantine Aperte” e con in mano il calice “Cantine Aperte&Unicef”, i cui proventi saranno destinati al progetto umanitario “Vogliamo zero” a sostegno dei bambini che vivono nelle zone più povere del mondo e che ogni giorno muoiono a causa di malattie che si possono prevenire: sono solo alcuni degli appuntamenti di “Cantine Aperte” in Friuli Venezia Giulia, promossi dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Regione, che avrà il suo momento clou il 27 maggio, ma che prolunga la festa dei 20 anni anche il 26 e 28 maggio (www.cantineaperte.info e c’è anche l’app “Cantine Aperte” per iPhone).
Dalla terra ferma alle isole del Belpaese, l’appuntamento da non perdere in Sardegna è da Argiolas, che celebra l’arte del “Buon Vivere e del Benessere”: con un itinerario polisensoriale nella cantina di Serdiana, dalla visita delle vigne e del territorio ai trattamenti shiatsu dell’Accademia Italiana Shiatsu-do di Cagliari, dalle degustazioni guidate dall’Ais-Associazione italiana sommelier ai laboratori del gusto di Slow Food, impararando a conoscere il vino solo attraverso l’olfatto, il più segreto ed evocativo dei sensi, e portando i bambini per giocare con la “Piramide alimentare” e nella “Cantina piena di giochi” (www.argiolas.it).
E se in Veneto alle Tenute Tomasella, oltre a visitare i vigneti a bordo di un ape “calessino”, è possibile assistere ad una dimostrazione di pittura con i vinarelli, ovvero l’arte di dipingere con il vino (www.tenute-tomasella.it), mentre alla Cantina Fasola Menin, tra piatti preparati dagli chef e tanta musica, sono i bambini i “pittori per un giorno” (www.fasolmenin.com), venti artisti per venti bottiglie d’autore sono i protagonisti della mostra “Arte\Vino Equilibrio perfetto” ideata e curata per il Movimento Turismo del Vino della Campania dalla gallerista Sabina Albano di Modartgallery a Castel dell’Ovo di Napoli in occasione del compleanno di “Cantine Aperte” (fino al 22 maggio).

In evidenza - Dal Trentino alla Sicilia, nuovi appuntamenti da mettere in agenda
In Trentino le Cantine del Gruppo La-Vis a Lavis e Cembra attenderanno i wine lovers per visite guidate e degustazioni “itineranti”, dedicate ad un vino bianco da assaggiare direttamente dalle vasche e ad un vino rosso direttamente dalle barriques. E se nelle vinoteca, in esclusiva, sarà possibile degustare i nuovi vini non ancora in commercio, appena imbottigliati, speciali menu saranno dedicati ai prodotti locali, dalla Trota en saor allo Strudel di Mele del Trentino (www.la-vis.com). In Sicilia, invece, Feudo Arancio a Sambuca di Sicilia celebrerà lo “Slow Food Day” per valorizzare l’enogastronomia siciliana di alta qualità, tra degustazioni guidate di pregiate etichette in abbinamento ai prodotti dei presìdi Slow Food, e un “Percorso del gusto” fra deliziosi abbinamenti cibo-vino sullo sfondo del baglio di Contrada Portella-Misilbesi (www.feudoarancio.it). In Veneto Astoria Vini svelerà agli eno-appassionati i segreti della sua avveniristica cantina - 35.000 quintali di uva l’anno - alla scoperta della storia dei suoi vini, di come nascono e vengono realizzati, fino alla prova nel bicchiere (www.astoria.it). Amanti dei vini “bio”? Sempre in Veneto, nella cantina Le Carline sarà possibile essere i protagonisti di una degustazione guidata dedicata ai vini senza solfiti aggiunti (www.lecarline.com).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli