02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Campo di Sasso, Toscana Igt Bianco Occhione 2020

Vendemmia: 2020
Uvaggio: Vermentino, altri vitigni a bacca bianca
Bottiglie prodotte: 15.000
Prezzo allo scaffale: € 20,00
Proprietà: famiglia Antinori
Enologo: Helena Lindberg, Michel Rolland
Territorio: Toscana

La risposta alla sempre maggiore richiesta di bianchi fragranti e beverini della Tenuta Campo di Sasso - il primo embrione aziendale di quella che oggi è Tenuta di Biserno, di cui fa parte pur mantenendo una produzione propria - si chiama Occhione e deve il suo nome ad un raro uccello acquatico che nidifica nelle dune e nei sabbioni di Marina di Bibbona. Primo bianco aziendale ottenuto da un blend di Vermentino e altri vitigni a bacca bianca, nella versione 2020 rivela un naso intrigante che rimanda ai frutti e ai fiori gialli, agli agrumi, e alle erbe mediterranee. Grintoso e fragrante il sorso, che trova in un puntuale ritorno fruttato più dolce un bel contrasto, con un finale dinamico tutto giocato su toni agrumati e sapidi. La Tenuta di Biserno nasce in alta Maremma, a due passi da Bolgheri di cui respira i tratti enologici. Si tratta di una realtà produttiva tendenzialmente giovane, visto che, insieme all'altra faccia del progetto, Campo di Sasso, rappresenta il cuore di un'operazione enoica nata poco più di quindici anni fa. Grande esperienza, invece, la possiede se guardiamo ai protagonisti che la animano: Piero e Lodovico Antinori, riunitisi in questa avventura dopo aver camminato con successo su percorsi diversi. Ecco allora riunite, da una parte, la capacità imprenditoriale del Presidente della Marchesi Antinori e, dall’altra, la genialità dell'“inventore” della Tenuta dell’Ornellaia.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli