02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Carpenè Malvolti, Docg Valdobbiadene Superiore di Cartizze Dry 1868

Uvaggio: Glera
Bottiglie prodotte: 16.200
Prezzo allo scaffale: € 22,00
Proprietà: famiglia Carpenè
Enologo: Giorgio Panciera
Territorio: Cartizze

Era il 15 giugno 1868 quando il pioniere della spumantizzazione all’italiana Antonio Carpenè, inconsapevolmente, dette il “La” alla valorizzazione di un vitigno veneto, il primo passo di quello che oggi è il fenomeno Prosecco. Antonio Carpenè fondò anche una cantina, oltre a consolidare un intero territorio e il relativo vitigno a bacca bianca, il Prosecco, oggi Glera. Ma ciò che ha reso la sua azienda famosa in tutto il mondo è stata l’idea di spumantizzare il vino bianco delle colline di Conegliano e Valdobbiadene, ed è così che, nel 1924, inventò il vino veneto oggi così famoso. Attualmente la cantina può contare su 26 ettari di vigneto e una folta schiera di conferitori di provata qualità per una produzione complessiva che tocca 5.300.000 bottiglie. Il portafoglio etichette è molto variegato e qualitativamente affidabile e comprende varie declinazioni dai Metodo Classico agli Charmat, dai vini ad Igp a quelli a denominazione. Il Valdobbiadene Superiore di Cartizze 1868 nasce nel comune di Valdobbiadene, in quella che forse è la “sottozona” più rinomata e dalle radici storiche più salde. Le sue uve sono vendemmiate in ritardo, per permettere una concentrazione più accentuata. Dal colore giallo paglierino leggermente carico, ha profumi di acacia e rosa ad incrociare note di mela e pompelmo. In bocca, il vino è rotondo, cremoso e sapido. Sul finale tornano note fruttate e floreali.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli