02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Carpineto, Docg Brunello di Montalcino 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 30.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Proprietà: famiglie Sacchet e Zaccheo
Enologo: Gabriele Ianett, Caterina Sacchet
Territorio: Montalcino

Affinato in legno di diversa capacità per 3 anni, il Brunello di Montalcino 2016 centra a pieno l’appuntamento con un’annata davvero da incorniciare per tutta la Toscana come anche per la collina ilcinese. All'olfatto un vino grazioso e pulito e allo stesso tempo complesso: dolce di lampone, di melissa e fiori di rosmarino, cedro candito e arancia rossa, condita da una vena ematica a dare dimensione; in bocca si sviluppa fresco e lievemente morbido, con una buona aderenza centrale e un lungo finale sapido e fruttato. Fondata nel 1967 da Giovanni Carlo Sacchet e Antonio Mario Zaccheo, Carpineto vanta oggi diverse proprietà per un totale di 500 ettari a vigneto e una produzione di 3.000.000 di bottiglie: dalla storica Tenuta di Dudda (Greve in Chianti) a quella di Gaville (Alto Valdarno), da quella di Gavorrano in Maremma a quella di Montepulciano (forse il fulcro produttivo più significativo del gruppo per potenziale produttivo e per i riconoscimenti ottenuti), passando per Montalcino (Il Forteto del Drago, in località Rogarelli), che rappresenta l’ultima acquisizione in ordine di tempo, costituita da 10 ettari di vigneto. Un percorso chiaro e ben leggibile che ha costruito in Toscana il suo fulcro, collocando questa realtà produttiva al centro di un piccolo "impero" enoico articolato nelle più importanti denominazioni regionali, sul cui ponte di comando troviamo Antonio Mario Zaccheo e Caterina Sacchet.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli