02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Castello di Montepò, Docg Morellino di Scansano 2020

Vendemmia: 2020
Uvaggio: Sangiovese, Cabernet Sauvignon
Prezzo allo scaffale: € 16,00
Azienda: Società JBS
Proprietà: famiglia Jacopo Biondi Santi
Enologo: Donato Lanati
Territorio: Maremma toscana

Il Morellino di Scansano del Castello di Montepò è maturato 2 mesi in legno grande e successivamente 11 mesi in barrique. La versione 2020 possiede al naso un fragrante e generoso fruttato maturo, che si accompagna a cenni di sottobosco, cannella, vaniglia e noce moscata. In bocca, il vino è polposo e avvolgente, dalla progressione serrata e dal finale intenso. La Tenuta di Montepò, dominata dal castello di epoca trecentesca, conta su 600 ettari complessivi di cui 50 dedicati alla coltivazione della vite e si trova nel cuore della Maremma. Si tratta della proprietà di Jacopo Biondi Santi che l’ha acquistata all’inizio del Nuovo Millennio. A caratterizzare in modo del tutto particolare questo progetto enologico è il Sangiovese BBS11, clone omologato e di proprietà esclusiva della famiglia Biondi Santi, che occupa il 70% dei suoli vitati di Montepò, mentre nel restante 30% si coltivano solo due varietà, anch’esse a bacca rossa: gli internazionali Cabernet Sauvignon e Merlot. Le etichette aziendali privilegiano la tipologia ad Igt: Sassoalloro e Sassoalloro Oro (Sangiovese in purezza), Morione (Merlot in purezza), Braccale (Sangiovese e Merlot), Schidione (Cabernet Sauvignon, Merlot e Sangiovese), Schidione Millennio (che potremmo definire una Riserva speciale da soli millesimi importanti), il Rosato JeT (da uve Sangiovese) e il Morellino di Scansano a presidiare la tipologia a denominazione.

(fp)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli