02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
AGRICOLTURA E CLIMA

Clima pazzo, neve su campi e vigneti: immagini preoccupanti, ma di straordinaria bellezza

In Trentino tra i filari di Maso Michei, proprietà di Martin Foradori Hofstätter, 20 centimetri di neve. La Cia stima i danni sopra il milione di euro

Che il clima stia impazzendo è, evidentemente, innegabile: quella in corso è senza dubbio la primavera più fredda e bizzarra da molti anni, e le temperature basse e insolite stanno mettendo in seria difficoltà tanti territori agricoli del Belpaese. Ma, se va sempre visto il famoso bicchiere mezzo pieno, è anche vero che il clima pazzo regala anche immagini di rara bellezza. Come quelle che arrivano dal Trentino, più precisamente dai filari di Maso Michei, la tenuta di proprietà di Martin Foradori Hofstätter, a capo dell’omonima cantina di Tramin, che ieri sono stati imbiancati da ben 20 centimetri di neve. Al passo col mese di maggio, la vigna era pronta a sbocciare in tutto il suo verde più brillante, e il contrasto col candore della neve, più che inaspettata il 5 di maggio, regala un’immagine più unica che rara.
Ad ogni modo, non è tutto oro quello che luccica: infatti, nonostante la bellezza suggestiva dei paesaggi, la neve, insieme alle piogge torrenziali, al forte vento e alle temperature in picchiata, hanno avuto già un grave impatto negativo sull’agricoltura. E Cia-Agricoltori Italiani, che monitora la situazione, stima già i danni per una cifra superiore al milione di euro, non solo al mondo del vino: nel Modenese, infatti, spiega Cia, un manto di neve ha ricoperto interi campi di patate nell’area dei pregiati tuberi di Montese, mentre ettari di medica e cereali sono stati sepolti da una coltre bianca insidiosa e ora le gelate rischiano di dare il colpo di grazia alle colture delle aree montane emiliane. Senza contare che, in pianura, pioggia battente e vento molto forte, oltre a far cadere rami e alberi, hanno allettato le coltivazioni di frumento e orzo. Preoccupazione anche per la grandine in Veneto, tra i vigneti del Prosecco, ma anche per gli ortaggi stagionali con molte piante compromesse.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli