02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Contini, Doc Vernaccia di Oristano Flor 2007

Vendemmia: 2007
Uvaggio: Vernaccia
Bottiglie prodotte: 20.000
Prezzo allo scaffale: € 15,00
Azienda: Attilio Contini
Proprietà: famiglia Contini
Enologo: staff tecnico aziendale
Territorio: Oristano

Diamo a Cesare quel che è di Cesare, senza assolutamente correre il rischio di essere sciovinisti, faziosi o campanilisti: in un’ipotetica lista dei migliori vini planetari da meditazione (da fine pasto, da aperitivo o da dessert che siano) la Vernaccia di Oristano non sfigurerà mai, almeno fra quelli secchi. Anzi, in alcuni casi sarà capace di metterne in fila parecchi, di Sherry o di altre tipologie cosiddette “ossidative”. Per qualità indiscusse legate ad una sinergia impeccabile fra caratteri pedo-climatici, davvero invidiabili per vini come questi, e mano sapiente dell’uomo, almeno negli esempi più compiuti della denominazione: fra cui, ulteriore certezza acclarata che non teme smentite, ci sono i campioni di Contini, storica azienda di Cabras fondata nel 1898, oggi giunta alla quarta generazione. Ottenuti da vigneti situati fra le pendici del monte Arci, su terreni ricchi di ossidiana, il Sinis e la valle del Tirso: dove man mano si toccano suoli sabbiosi e argillosi soffiati dalla brezza, portatrice di aromi iodati e salmastri. Vitigni autoctoni, senza deroghe: Vermentino, Cannonau, Nieddera e quel portento che è la Vernaccia, affinata con il contributo naturale della flor, atta a conferire l’indispensabile ossidazione controllata. Complessa, sapida e ampia, dai richiami alle nocciole, alle mandorle, al legno, al cedro e al mare. E, non ultimo, di persistenza infinita.

(Fabio Turchetti)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli