02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Cupertinum, Doc Salento Passito Glykòs 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Negroamaro
Bottiglie prodotte: 5.000
Prezzo allo scaffale: € 15,00
Proprietà: Cooperativa di Soci Produttori
Enologo: Giuseppe Pizzolante Leuzzi
Territorio: Salento

Comincia nel 1935 la storia della cantina Cupertinum , cioè della Cantina sociale di Cupertino, località in Provincia di Lecce. Oggi sono 300 i soci che conferiscono il proprio raccolto a questa realtà, coltivando una superficie a vigneto di oltre 300 ettari. La Cupertinum lavora soprattutto vitigni tradizionali: Negroamaro, simbolo enoico del Salento, affiancato da Malvasia Nera, Primitivo, Malvasia Bianca e da altre varietà ben acclimatate in queste terre. Il territorio della Doc Copertino presenta un profilo pedologico a struttura argillosa, di varia composizione posto al di sopra della pietra calcarea o tufacea, in zona pianeggiante dai 30 ai 60 metri sul livello del mare, coltivato prevalentemente ad alberello pugliese. Da qui nascono vini potenti e strutturati, di grande ricchezza e calore aromatico e di intensa concentrazione al palato. Tra la ricca gamma di etichette della cantina Cupertinum, abbiamo scelto però un vino un po' meno immediatamente riconducibile alle tipologie che hanno decretato il successo di questo areale. Il Glycòs 2015 è un passito da uve Negroamaro, che vengono disidratate su graticci per 40 giorni, a cui segue fermentazione ed affinamento in acciaio. Ha profumi di frutti rossi maturi, accompagnati da ricordi di mirto e radice di liquirizia. In bocca, è pieno, rotondo, e dolce, ma mai stucchevole, con sorso bilanciato e non privo di fragranza.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli