02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
INVESTIMENTI MILIARDARI

Da Gates a Bezos: i big dell’informatica attratti dalla terra, bene indispensabile del pianeta

Il fondatore di Microsoft è il più grande proprietario di terreni agricoli Usa. The Land Report: in classifica anche il patron di Amazon (e non solo)
BILL GATES, FUTURO, INVESTIMENTI, TERRA AGRICOLTURA, Non Solo Vino
Bill Gates, il più grande proprietario di terre agricole in Usa, secondo The Land Report

Puoi fare investimenti immobiliari, speculazioni finanziarie, manovre nel mondo del web e dell’high-tech destinate a farti guadagnare cifre da capogiro, ma alla fine è la terra che resta il bene più indispensabile del pianeta, perché produce il cibo, bene primario e valore culturale dell’uomo. Si spiega anche così l’interesse sempre più alto verso l’agricoltura dei big dell’informatica, e non solo. Come Bill Gates, quarta persona più ricca del mondo, con un patrimonio di quasi 121 miliardi di dollari, secondo le stime di Forbes, che, negli anni, ha accumulato 242.000 acri (quasi 100.000 ettari) di terreni agricoli sparsi in 18 Stati Usa - dalla Louisiana (69.071 acri) all’Arkansas (47.927 acri), dal Nebraska (20.588 acri) all’Illinois (17.940 acri), alla partecipazione in 25.750 acri in via di trasformazione in Arizona - abbastanza per fare di lui il più grande proprietario di terreni agricoli privato d’America. A rivelarlo è The Land Report, magazine dei proprietari terrieri americani che ogni anno stila la classifica di cento maggiori proprietari (in cui figurano, al terzo posto, con 190.000 acri, altri due miliardari, Steward e Lynda Resnick, cofondatori di Wonderful Company, che controlla i brand Pom Wonderful, Wonderful Pistachios e i mandarini Wonderful Halos).
“Bill Gates - scrive The Land Report - ha un alter ego: Farmer Bill (Bill il contadino, ndr), l’uomo che controlla più terreni coltivati di chiunque altro negli Usa”. Terreni che il fondatore di Microsoft possiede direttamente o via enti terzi tramite Cascade Investments, suo veicolo di investimento personale, che include pure una società che si occupa di sicurezza alimentare. Una sussidaria di Cascade, Cottonwood Ag Management, è membro di Leading Harvest, ente no profit che promuove le politiche di agricoltura sostenibile.
Non si tratta, in realtà, della prima esperienza di Gates nel mondo dell’agricoltura.
Nel 2012 la Fondazione Bill e Melinda Gates destinò 200 milioni di dollari all’attivazione di un programma con l’obiettivo di incentivare la produttività agricola in Africa, contribuendo così anche all’aumento del reddito degli agricoltori.
La fondazione, sottolinea Forbes, ha investito anche nello sviluppo e nella diffusione delle “super colture” resistenti ai cambiamenti climatici e di vacche da latte ad alto rendimento e a tale scopo lo scorso anno ha annunciato la nascita di un ente no profit, Gates Ag One.
Se Gates è il più grande proprietario di terreni agricoli negli Stati Uniti, non è però il più grande proprietario di terreni in generale. In cima alla graduatoria di The Land Report c’è John Malone, presidente di Liberty Media (la società che controlla la Formula 1), che possiede 2,2 milioni di acri di ranch e foreste. Al terzo posto, con 2 milioni di acri, il fondatore della Cnn Ted Turner, mentre alla posizione n. 25 troviamo il patron di Amazon, Jeff Bezos (420.000 acri).

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli