02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Damilano, Docg Barolo Raviole 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 6.500
Prezzo allo scaffale: € 80,00
Proprietà: famiglia Damilano
Enologo: Alessandro Bonelli
Territorio: Barolo

Un nuovo Cru di Barolo è già una notizia. Se poi è una sola azienda ad averlo messo in produzione, la cosa diventa ancora più seria. Parliamo di Raviole, vigna nei pressi del Castello di Grinzane Cavour, comprata nel 2008 dalla famiglia Damilano e che oggi dà il suo primo frutto, il Raviole 2015. Si è parlato anche di prezzo durante la presentazione, circa 500/600.000 euro, una cifra impensabile oggi per acquistare qualunque terreno atto a diventare vigna per Barolo. Parliamo di 1,30 ettari posti a 300 metri di altezza, con esposizione sud-ovest e su terreni alluvionali ricchi di calcare e argilla, come vuole la "ricetta" del buon suolo di Langa. Una genesi anche fortunata grazie a un'annata piacevole: molta pioggia invernale ed estate calda e asciutta con una vendemmia effettuata nei tempi ottimali. Venti giorni di fermentazione e macerazione e poi affinamento in botti grandi per 24 mesi e successivi 12 in bottiglia. Il Raviole va a completare la gamma delle Menzioni Geografiche Aggiuntive già corposa che vede in testa, per storicità e fama, il Cannubi Damilano. Eppure questo Raviole piace proprio perché più immediato, subito chiaro nella sua viola e nella sua fragola di bosco, una bocca sferzante e diretta, un Barolo di cui godere già adesso, senza l'esigenza di andar a cercare note di sottobosco o di un corpo che lasci presagire lunga vita. Piace adesso e sta bene a tavola con piatti anche meno impegnativi.

(Francesca Ciancio)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli