02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
POLITICA

Dehors, prorogata fino al 31 dicembre l’occupazione del suolo pubblico da parte di bar e ristoranti

Fipe: Il Governo ha fatto bene, così le imprese affronteranno meglio un periodo che si preannuncia critico, per i costi energetici e l’economia
BAR, DEHORS, FIPE, LOCALI, PROROGA, RISTORANTI, Non Solo Vino
Un locale con sedute all’aperto

I bar e i ristoranti italiani potranno mantenere negli spazi esterni i loro dehors (pedane, tavoli, sedute e ombrelloni): il Governo ha prorogato al 31 dicembre 2022 l’occupazione di suolo pubblico. Si tratta di una misura prevista nel dL Aiuti-Ter e in attesa di essere pubblicata in “Gazzetta Ufficiale”.
La possibilità per bar e ristoranti di occupare gli spazi pubblici - strade e piazze - con strutture amovibili era stata introdotta nel 2020, con la pandemia, ed aveva permesso ai pubblici esercizi di non fermare la propria attività in seguito alle restrizioni previste per i locali al chiuso.
Positiva la reazione di Fipe/Confcommercio, Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi: (https://www.fipe.it): “bene ha fatto il Governo a reiterare una misura che è stata particolarmente apprezzata anche dai cittadini e che ha permesso di rivitalizzare le città. Questo consentirà alle imprese di affrontare meglio un periodo che si preannuncia critico sia per l’aumento consistente dei costi, a partire da quelli dell’energia, che per l’atteso rallentamento dell’economia”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli