02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SGRAVI FISCALI

Dl Sostegni, via libera alla cessione del credito d’imposta per gli investimenti in innovazione

Transizione 4.0, Confagricoltura: “un intervento prioritario per garantire liquidità alle aziende”. Ora c’è bisogno di correre sulla digitalizzazione
Confagricoltura, CREDITO D'IMPOSTA, DL SOSTEGNI, TRANSIZIONE 4.0, Non Solo Vino
Innovazione in agricoltura

Nelle Commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato si sono chiuse stanotte le votazioni sugli emendamenti al Dl Sostegni. Per il settore primario sono stati approvati alcuni provvedimenti proposti da Confagricoltura, a partire dalla cessione del credito d’imposta per le imprese che abbiano fatto investimenti per l’innovazione che rientrano nel piano Transizione 4.0, “un intervento prioritario per garantire liquidità alle aziende che investono in innovazione”. Un bel segnale, da parte del Governo, che permette alle imprese del settore primario di investire risorse importanti nel miglioramento gestionale e produttivo, puntando su una serie di possibili voci di spesa che vanno dal parco macchine alla strumentazione per l’agricoltura di precisione, dalle stazioni meteo da usare in campo o un vigna per migliorare la gestione e l’efficienza aziendale, all’informatica aziendale. Una tessera importante in un mosaico complesso, che può rivelarsi il giusto viatico per un salto di qualità dell’intero settore, in cui giocherà un ruolo cruciale la digitalizzazione delle aree rurali e del Sud del Paese, al centro del Pnrr e tra gli obiettivi prioritari del Governo, come ribadito dal Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Vittorio Colao, ospite domenica del programma di Fabio Fazio, su “Rai Tre”.
Tornando agli emendamenti accolti dal Dl Sostegni, sarebbe passato anche un altro emendamento sostenuto dalla Confagricoltura, quello relativo all’accesso delle imprese agricole al conto termico, che permette l’utilizzo degli incentivi erogati dal GSE per interventi riguardanti l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Molto positiva è l’estensione alle produzioni delle vertical farming delle disposizioni in materia di prodotti di quarta gamma: il provvedimento - dice Confagricoltura - è importante perché va nella direzione dello sviluppo di un nuovo comparto, assai innovativo, del settore primario.
È stata anche approvata la possibilità di commercializzare, fino a esaurimento scorte, i prodotti immessi in commercio o etichettati al 1 gennaio 2022, pur privi dei requisiti disposti in materia di etichettatura dal decreto legislativo 152/2006. Su questo argomento - rileva Confagricoltura - occorrerà intervenire nuovamente per risolvere le numerose questioni aperte relative agli imballaggi di numerosi prodotti, dal vino all’olio, alle conserve, ma l’approvazione dell’emendamento rappresenta un elemento positivo in questo periodo di difficoltà per le aziende.
Soddisfazione anche per l’emendamento approvato che prevede che per accedere agli esoneri contributivi ex art. 222 del DL Rilancio, i beneficiari della domanda dichiarino di non avere superato i limiti individuali fissati dal Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato. Si tratta di un provvedimento importante - conclude Confagricoltura - perché va incontro all’esigenza di semplificazione espressa a gran voce dalle imprese agricole. Positiva, infine, l’esenzione del canone Rai, per l’anno 2021, per le strutture ricettive. Si tratta di una misurache interessa le strutture agrituristiche fortemente colpite dalla pandemia.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli