02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MOBILITAZIONE CORONAVIRUS

Esselunga, un piano straordinario per combattere il Covid-19: 2,5 milioni agli ospedali

Il Ceo Sami Kahale: “non possiamo stare fermi a guardare ognuno deve fare la sua parte”. Coinvolti anche over 65, fornitori e collaboratori
CORONAVIRUS, ESSELUNGA, SOLIDARIETÀ, Non Solo Vino
Esselunga, donati 2,5 milioni di euro agli ospedali contro il Coronavirus

Anche la grande distribuzione si muove in aiuto degli ospedali che, in questi giorni, stanno vivendo momenti di emergenza legati alla diffusione del Coronavirus. Esselunga, catena di supermercati presente soprattutto nel nord Italia, ha deciso di donare 2,5 milioni di euro agli Ospedali e agli Istituti impegnati in prima linea nell’assistenza dei pazienti e nella ricerca scientifica contro il coronavirus. “Non possiamo stare fermi a guardare la difficoltà e preoccupazione generale causata dalla diffusione del Covid-19 - ha detto Sami Kahale, Ceo di Esselunga - ognuno deve fare la sua parte. Esselunga, che ha sempre cercato di essere vicina ai territori in cui è presente, vuole confermare concretamente il proprio impegno”. Il “piano straordinario” di attività del gruppo coinvolge, oltre agli ospedali, anche over 65, fornitori e collaboratori. Una delle tante testimonianze di solidarietà di imprese, squadre di calcio o personaggi famosi, come Armani, la coppia Ferragni-Fedez (che ha scatenato una corsa alla donazione popolare che ha superato i 3 milioni di euro), il Milan e non solo, che hanno scelto di donare risorse economiche o dispositivi medici agli Ospedali, in primissima linea contro l’epidemia.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli