02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Feudo Principi di Butera, Doc Sicilia Insolia Carizza 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Insolia
Bottiglie prodotte: 160.000
Prezzo allo scaffale: € 10,50
Proprietà: Zonin1821
Enologo: Antonio Paolo Froio
Territorio: Sicilia

Sono 180 ettari vitati l’estensione di questa azienda siciliana, per una produzione media di 800.000 bottiglie, che fanno tutt'uno con il Feudo Principi di Butera, la dependance siciliana della famiglia Zonin, situata tra le province di Agrigento e Caltanissetta, ed entrata a far parte della galassia del produttore veneto nel 1997. Una tessera importante del mosaico enoico del marchio la cui storia è cominciata nel 1821 e che si compone di realtà quali, Castel del Poggio (Piemonte), Tenuta Bosco (Lombardia), Zonin (Veneto), Ca' Bolani (Friuli), Masseria Altemura (Puglia), Abbazia Monte Oliveto, Rocca di Montemassi e Castello d'Albola (Toscana), Barboursville (Usa) e Dos Almas (Cile). A cogliere, come in una specie di fotografia, la sicilianità in bottiglia, Feudo Principi di Butera propone un portafoglio etichette all’insegna della precisione d’esecuzione e ben articolato a maggioranza rossista, ma significativo è anche sul versante bianchista. Il Carizza 2019 è un Insolia in purezza, affinato in acciaio per sei mesi sui lieviti. Dal colore giallo paglierino intenso, con lievi riflessi verdognoli, si caratterizza per profumi che alternano frutta esotica a richiami di fiori di ginestra, con leggeri tocchi più erbacei di sottofondo. Al palato, il vino ha un impatto ricco e avvolgente, dal sorso morbido e continuo, che propone con continuità delicati richiami di mandorla dolce anche in chiusura.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli