02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Figli Luigi Oddero, Docg Barolo Rocche Rivera 2013

Vendemmia: 2013
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 8.500
Prezzo allo scaffale: € 75,00
Proprietà: Lena Gavrilova, Maria e Giovanni Oddero
Enologo: Dante Scaglione
Territorio: Barolo

Tre ettari sotto le mura del castello di Castiglione Falletto. Questo è il "surì" dove nasce il Barolo Rocche Rivera, che ha anche una menzione geografica aggiuntiva, quella di Scarrone. La cantina è a La Morra ed è legata al nome di quel gentiluomo di campagna - così lo definì Mario Soldati nel suo libro Vino al Vino - che fu Luigi Oddero. Oggi ci sono la moglie Lena e i figli a portare avanti l'azienda, Maria e Giovanni che hanno il nome dei nonni, commercianti di vino a inizio secolo scorso. Poco più di 30 ettari, più della metà coltivati a Nebbiolo. A completare la batteria ci sono le etichette prodotte con Barbera, Dolcetto, Freisa, Moscato, interpretate con la medesima ispirazione fieramente tradizionale. L'approccio alla vigna è "ragionato", senza l'"isteria" del protocollo, con il totale abbandono di tutti i prodotti chimici di sintesi e la scelta d’impiego di vasche in cemento che si uniscono all’uso del legno classico, le botti medio-grandi di rovere francese, le uniche secondo Luigi in grado di valorizzare i vini delle Langhe. Questo Rocche Rivera 2013 ha la stoffa olfattiva del grande Barolo: liquirizia, cuoio, ma anche lampone e tabacco su bel fondo floreale. Complessità e purezza si intendono perfettamente. La bocca è straordinaria per fittezza e progressione della trama tannica. Il finale è come vorresti che fosse un gran vino, sempre: lungo, fresco, balsamico.

(Francesca Ciancio)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli