02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CIBO E ARTE

Food art & web, viaggio con Google tra le collezioni e le meraviglie enogastronomiche del pianeta

Aspettando di tornare a godere di persona delle bellezze e bontà del cibo e del vino d’Italia e del mondo, Google Arts & Culture ne offre un assaggio

Esposizioni virtuali dei prodotti simbolo del made in Italy, oggetti cult di design per la tavola ed il cibo conservati nelle più importanti collezioni internazionali, viaggi nel tempo per ammirare la sontuosità del cibo nelle “royale table”, da Versailles alla Reggia di Caserta, tour virtuali di luoghi unici ed avveniristici come la Citè du Vin di Bordeaux, ma anche un vero e proprio viaggio tra le più belle opere della storia dell’arte in cui vino ed cibo sono protagonisti e custodite nei più celebri Musei al mondo, o piccole storie curiose come quella del picnic. Anche cibo e vino si mettono in mostra sul web, in un tour virtuale mondiale alla scoperta delle bellezze enogastronomiche, nell’attesa di tornare a goderne di persona, su Google Arts & Culture, lo spazio online creato per esplorare l’arte, la storia e le meraviglie culturali di oltre 2.000 istituzioni culturali di 80 Paesi nel mondo, rendendo la cultura mondiale accessibile a chiunque, dai dipinti delle camere da letto di Van Gogh alla cultura culinaria giapponese.

Nell’impossibilità di muoversi e viaggiare per l’emergernza mondiale del Coronavirus, i più importanti e celebri musei e le istituzioni culturali del mondo hanno reso accessibili i loro tesori sul web, con progetti virtuali che, sviluppati in tempi rapidi, sono diventati migliaia, e che saranno un’eredità per il futuro della cultura fruibile in digitale. E lo stesso, ha fatto anche il mondo del wine & food.

Dal Parmigiano Reggiano alle nocciole, dall’Aceto Balsamico di Modena al Radicchio Rosso di Treviso, dal Pecorino Sardo al Prosciutto Toscano, ma anche dai frutteti siciliani agli ulivi del Lago di Garda, per Google il racconto delle meraviglie italiane e della cultura italiana in tutte le forme, accanto alla Venere del Botticelli e al Colosseo, passa anche dai simboli dell’enogastronomia, in piccole mostre multimediali con video ed immagini suggestive che ne illustrano la storia e la produzione (firmate dal Ministero delle Politiche Agricole, ndr). Tra i tour virtuali nei Musei, si va dal Museo del Vetro di Murano a quello delle prestigiose Ceramiche di Faenza. Ma ci sono anche suggerimenti su come “Saper mangiare a Venezia”, tra luoghi e ricette tipiche della Laguna, o curiosità come lo “Street food, prima che fosse una moda”, guidati dall’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco. E poi c’è il design, con oggetti di firme come Piero Fornasetti alla Triennale di Milano, con una selezione di immagini storiche ed originali tra cui lo “Studio per servizio per acqua in vetro inciso” (1940).

Al food è dedicata anche una gallery delle più belle e celebri opere d’arte nei secoli, da Cézanne a Gauguin, da Manet ad Arcimboldo. Ma si può anche visitare virtualmente l’avveniristica Citè du Vin di Bordeaux, sfogliare cataloghi online come quello dei prodotti dell’Arca del Gusto di Slow Food che appartengono alla cultura e alle tradizioni di tutto il mondo e che rischiano l’estinzione, o ripercorrere la storia di uno chef rivoluzionario come Ferran Adrià. E ancora, tornare indietro nel tempo ed ai fasti degli imperatori francesi e dei loro banchetti a Versailles, ma anche dei Borbone alla Reggia di Caserta, scoprire le più belle cantine d’autore di Spagna, o ammirare nel dettaglio la raffigurazione perfetta di un calice di vino e della luce riflessa in un quadro di Vermeer. Tra i progetti speciali, c’è Dreamy Moment x Picnic, un picnic virtuale promosso dall’Harvard Art Museum attraverso opere d’arte e di fotografia conservate nei musei e nelle istituzioni culturali di tutto il mondo, dal picnic del sultano conservato nella stessa Harvard (1530) ad uno scatto che ritrae anche Sophia Loren durante le riprese di uno dei suoi film (Life Photo Collection).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli