02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Gianfranco Fino, Salento Igt Primitivo Sé 2018

Vendemmia: 2018
Uvaggio: Primitivo
Bottiglie prodotte: 24.000
Prezzo allo scaffale: € 41,00
Proprietà: Gianfranco Fino
Enologo: Gianfranco Fino
Territorio: Salento

Nella Puglia enoica, patria di vitigni mediterranei dal forte temperamento, come il Primitivo ma anche il Negroamaro, probabilmente l’azienda capace di estrarne l’anima più intima è quella di Gianfranco Fino. Una realtà produttiva nata nel 2004 ma che da subito è riuscita ad emergere nel ricco panorama enologico del Tacco dello Stivale, con etichette di impatto e dalla precisa esecuzione e che oggi conta su 21 ettari a vigneto, per una produzione di 20.000 bottiglie. Dicevamo del Negroamaro, che la cantina con sede a Sava produce come Jo, nome ispirato dal vicino mar Jonio, ma anche come spumante rosato che porta le iniziale SN, e cioè Simona Natale, moglie di Gianfranco. Ma il vero protagonista del portafoglio etichette aziendale è e resta il Primitivo. Ce n’è una declinazione dolce, l’Es più Dolce, ma è L’Es, ottenuto da alberelli di 60 anni, non è una novità, ad incarnare la sua massima espressione, anche in versione Riserva, rappresentando il vino di punta di Gianfranco Fino. A lui, da un po’ di tempo si affianca il Sé, ottenuto dai vigneti più giovani e maturato per 9 mesi in barrique di primo e secondo passaggio. Al naso prevalgono le note fruttate: more, mirtillo, ciliegia e marasca, che emergono da uno sottofondo di macchia mediterranea e spezie dolci. In bocca, l’attacco è morbido e ammaliante, continuo nello sviluppo solido e concentrato, con ritorni speziati e fruttati.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli