02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECONOMIA

Il lavoro? Si cerca e si trova in agricoltura: aumentano i posti di lavoro e i giovani imprenditori

Il settore appare quello più dinamico e con maggiori opportunità di impiego. Coldiretti: nel secondo trimestre 2021 +10,4% di posizioni lavorative
AGRICOLTURA, Coldiretti, LAVORO, Non Solo Vino
Il lavoro in agricoltura, opportunità per tutti

Il comparto dove è più facile trovare un impiego? Quello dell’agricoltura. Con un balzo del 10,4% crescono le posizioni lavorative nel settore, che fa segnare di gran lunga il miglior risultato in assoluto con tutti gli altri che, in media, registrano un lieve rialzo del +1,9%, come emerge dall’analisi Coldiretti sui dati del rapporto Istat (relativi al secondo trimestre 2021). Un dato che conferma la vitalità del settore agricolo, che con quasi 1,8 milioni di posizioni lavorative è stato in grado di offrire anche durante la pandemia Covid opportunità occupazionali. E le occasioni sono destinate a continuare con la stagione autunnale, quella dell’entrata a pieno regime della raccolta di mele, pere e olive.

Buone notizie anche in ottica futura, perché non sono pochi i giovani che si stanno innamorando dei mestieri in campagna: il numero di giovani agricoltori è incrementato dell’8% negli ultimi cinque anni, in netta controtendenza rispetto al dato generale degli imprenditori under 35 che crollano dell’11% nello stesso periodo, come spiegano i numeri delRapporto del Centro Studi Divulga. Con la crisi provocata dall’emergenza sanitaria, il settore agricolo è diventato un punto di riferimento importante per le nuove generazioni, tanto che nell’ultimo anno sono nate in media 17 nuove imprese giovani al giorno. “Nel periodo della pandemia - spiega la Coldiretti - le aziende condotte da giovani si sono dimostrate anche le più resilienti, con un aumento medio dei redditi del 5,9% nel 2020 rispetto all’anno precedente, mentre quelli delle aziende over 35 sono diminuiti dell’1,3%”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli